QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 11°12° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 05 dicembre 2019

Cronaca martedì 27 ottobre 2015 ore 11:57

Bonnie e Clyde all'isolana, 60 furti in due mesi

Prendevano di mira soprattutto gli esercizi commerciali ma spesso non ci riuscivano. Fermate le scorribande della giovane coppia elbana



PORTOFERRAIO — E’ stato arrestato dai Carabinieri dell’Aliquota Operativa del Comando Compagnia di Portoferraio l’autore di circa 60 furti, molti solo tentati ed alcuni messi a segno, che negli ultimi due mesi aveva seminato il panico soprattutto fra i commercianti di tutto il territorio elbano. 

Il 23enne elbano infatti si muoveva con disinvoltura da un comune all’altro dell’Isola d’Elba ed agiva soprattutto in orario notturno con l’ausilio della fidanzata minorenne anch’essa identificata e denunciata al Tribunale per i minorenni di Firenze. 

I due, approfittando delle ore notturne e dello scarso traffico veicolare e pedonale, si impossessavano soprattutto di sigarette e dei fondo-cassa delle attività, anche se, in qualche caso, non hanno disdegnato pc-portatili, telefoni cellulari, tablet, gadget e bottiglie di super alcolici rinvenuti all’interno. Ma spesso non riuscivano a forzare le porte d’ingresso o le finestre, quindi desistevano dopo aver però creato agli esercizi stessi notevoli danni strutturali. 

Bar, ristoranti, circoli privati, parrucchierie, tabaccherie e pub tra le loro vittime ed alcuni dei titolari non si erano neppure accorti del danno patito. Al momento della perquisizione gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto circa 7 stecche di sigarette di provenienza sospetta e, nel giro di qualche ora, individuato il titolare del negozio da cui erano stati asportati che si è così reso conto di essere stato vittima di un furto ed ha provveduto a formalizzare la denuncia vedendosi restituita immediatamente la merce sottratta dai due.

Alla luce della ricostruzione minuziosa ed anche supportata da materiale tecnico da parte dei Carabinieri che si erano messi già da tempo sulle tracce dei due, si sono spalancate le porte del carcere di Livorno dove S.P. è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre per la compagna, 17enne, è stata inoltrata la segnalazione all’Autorità Giudiziaria minorile fiorentina che la sottoporrà a processo lasciandola, per il momento, a piede libero.



Tag

Bazzano, custode di una villa spara ai ladri dalla finestra: uno muore e l'altro fugge

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Cronaca