comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:00 METEO:PORTOFERRAIO13°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 22 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lo scontro tra Gomez e Calenda a Piazzapulita: «Vuole insegnare il mestiere al Prof. Galli»

Attualità martedì 24 settembre 2019 ore 10:59

Aironi e garzette nella zona umida di San Giovanni

Aironi e garzette nella zona umida di San Giovanni (Portoferraio)
Foto di: Antonello Marchese

Gli esemplari sono stati immortalati da Antonello Marchese che parla dell' "importanza di questo piccolo bacino dal delicato equilibrio ecologico".



PORTOFERRAIO — Un gruppo di una decina di aironi cenerini (Ardea cinerea) e altrettante garzette (Egretta garzetta) ha sostato nella zona umida del parco termale, ex saline di San Giovanni, a Portoferraio, nella giornata di ieri 23 Settembre. Gli animali, come spiega Antonello Marchese, guida Parco e fotografo naturalista, probabilmente due stormi di migratori, hanno approfittato dell’ultimo bacino rimasto delle già più vaste saline di Portoferraio, riposandosi in concomitanza del passaggio del fronte freddo accompagnato da temporali e poi da violenti venti di scirocco e maestrale.

Gli appassionati di birdwatching, nei giorni scorsi, avevano già osservato altri gruppi di migratori delle stesse specie, ai quali si erano aggiunti anche due aironi bianchi maggiori.

Le immagini, come spiega Marchese, documentano ancora l’importanza di questo piccolo bacino dal delicato equilibrio ecologico, quale area di sosta e ristoro per l'avifauna, soprattutto in occasione del passaggio delle specie migratrici amanti degli ambienti umidi e salmastri.



Tag
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Spettacoli

Sport