QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 9° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 17 novembre 2019

Attualità venerdì 15 settembre 2017 ore 09:39

Uova di tartaruga sulla spiaggia di Tirrenia

Il nido scoperto sulla spiaggia di Tirrenia

L'avvistamento segnalato dall'Arpat , il nido scoperto dal nubifragio di domenica scorsa. La nidificazione è la più settentrionale d'Italia



PISA — L'isola d'Elba ha già perso il record della nidificazione più a nord del Tirreno di tartaruga marina? Sembrerebbe proprio di si. E' l'Arpat a darne notizia nella sua newsletter: Nella mattinata di mercoledì 13 settembre  - si legge - l’Osservatorio Toscano per la Biodiversità (OTB) di Regione Toscana è stato allertato da Parco Naturale Migliarino San Rossore Massaciuccoli per l'individuazione di un nido di tartaruga marina (Caretta caretta) sul litorale di Tirrenia.

Il nido è stato scoperto domenica 10 settembre da alcuni passanti all’altezza del bagno La Perla. Il nido, parzialmente scoperto, probabilmente a causa del nubifragio che ha colpito la zona nella notte tra sabato e domenica, mostrava alcune uova ammaccate e di colore giallastro; il che fa supporre che la nidificazione, forse tardiva, non sarebbe comunque andata a buon fine.

Nella stessa mattinata OTB con operatori di ARPAT, del Parco e del Museo di Storia Naturale - Università di Pisa hanno fatto un sopralluogo nella speranza di ritrovare il nido e poter fare i rilievi e i campionamenti previsti in questi casi.

Sebbene siano stati scavati diversi metri lungo la battigia le uova di tartaruga non sono state trovate, forse anche a causa dei grossi cambiamenti del litorale provocati dal mare mosso e dal forte libeccio dei due giorni scorsi. Questa segnalazione comunque, corredata anche da documentazione fotografica e localizzazione esatta, è estremamente importante perchè è la segnalazione più settentrionale di tutta l’Italia e la prima in assoluto per la provincia di Pisa.

Si ricorda che per qualsiasi segnalazione di questo tipo è necessario contattare il numero blu 1530 messo a disposizione dal Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, la quale poi attiverà la rete di intervento e recupero dell’OTB di Regione Toscana.



Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità