Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:00 METEO:PORTOFERRAIO13°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 05 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Ibra in ritardo arriva grazie a un passaggio in moto in autostrada: il video

Politica venerdì 15 gennaio 2021 ore 11:11

Canile-gattile Elba, "intervenga la Regione"

Irene Galletti, consigliera regionale e presidente M5s Toscana

Galletti, presidente del M5S Toscana dichiara: “Presentata la mozione che impegna la Giunta regionale a prendere in mano la situazione”



FIRENZE — “Quando un’opera pubblica non giunge a completamento, due volte su tre è per la mancanza di fondi. Nell'insolito caso del canile e gattile comprensoriale dell’Elba, i soldi ci sono, ma la procedura si è arenata in un iter burocratico infinito, e dopo sei anni è decisamente giunta l’ora che la Regione Toscana prenda in mano la situazione.”

Questa la dichiarazione di Irene Galletti, presidente del Gruppo Movimento 5 Stelle Toscana, che è intervenuta in merito alla questione del canile comprensoriale elbano e che ha annunciato una mozione.

“Grazie ai 600mila euro messi a disposizione dalla Fondazione tedesca Bastet, nel 2015, ed ai 200mila euro stornati dagli introiti del contributo di sbarco, quest’opera sembrava essere destinata ad una rapida realizzazione, ma così non è stato. Dopo sei anni di complicazioni di natura politica e amministrativa - ha aggiunto Galletti - la struttura è ferma al palo e la Fondazione Bastet avrebbe recentemente manifestato la volontà di abbandonare il progetto, a causa dell’esasperante lentezza.”

Tutto questo naturalmente è inaccettabile. Realizzare una struttura comprensoriale per far fronte all’emergenza del randagismo e offrire assistenza agli animali in difficoltà - ha ricordato Galletti - non è solo un gesto di buona volontà, per le amministrazioni locali è un obbligo stabilito dalla legge regionale toscana n.59 del 2009. “

“Il benessere animale e la gestione sanitaria del randagismo di cani e gatti, sono questioni che non possono rimanere irrisolte. Se le amministrazioni locali elbane non sono in grado di portare a termine l’opera deve essere la Regione a farsene carico. Per fare questo - ha concluso la consigliera regionale - ho presentato una mozione che impegna la Giunta ad intervenire per favorire la rapida costruzione del complesso e a verificare se la Fondazione Bastet, dietro garanzia di un impegno più cogente, possa tornare sui propri passi.”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità