QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 15°16° 
Domani 14°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 19 novembre 2019

Cronaca lunedì 25 maggio 2015 ore 15:43

Affitava case finte all'Elba, la trovano a Milano

Una truffatrice seriale è stata individuata dai carabinieri di Campo: la 38enne sarda prometteva case all'Elba per sparire con i soldi della caparra



CAMPO NELL'ELBA — Una vera e propria truffatrice seriale quella smascherata dai Carabinieri della Stazione di Campo Elba, che hanno da poco concluso un'accurata e complessa indagine che ha permesso la segnalazione in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Livorno, di una 38enne, sarda, domiciliata però nell'hinterland milanese. 

La donna, già nota alle Forze dell'ordine poiché recidiva nella specifica attività illecita contestatale, nella primavera e nell'estate 2014 ha pubblicato moltissime inserzioni su diversi siti internet, per propagandare la disponibilità di locazione per vacanza di numerose abitazioni, chiaramente inesistenti o comunque non nella sua disponibilità, insistenti su tutto il territorio nazionale ed in particolare su quello elbano, terra sempre appetibile per il turista in cerca di un paradiso balneare.

Verrebbe da pensare che stia diventando un must della truffa, quello di mettere un'inserzione su idonei siti internet per il fittizio affitto di una casa per vacanze per il periodo estivo all'Elba. 

L'idea di una vacanza su una delle isole più belle dei nostri mari a un prezzo vantaggioso, infatti, deve davvero far gola a molti, perché sono già tanto numerosi i casi registrati, negli ultimi cinque anni, di questa modalità di raggiro che poggia la sua perfida efficacia sulla potenzialità pressoché infinita del web di arrivare in modo immediato a una vastissima utenza.

La promessa della truffa travestita da affare, però, che riguardi un acquisto di un utensile, di un'automobile o l'affitto di una casa, lascia tracce telematiche ed è su quelle tracce che i Carabinieri, con pazienza, si mettono ogni volta.

In questo caso le offerte pubblicate dalla donna su internet erano particolarmente allettanti ed in ben 14 casi essa è riuscita a farsi inviare/accreditare del denaro come caparra o acconto per un totale, fino ad ora accertato, di circa 6.500 euro da diversi ignari utenti, residenti in diverse parti d'Italia, convinti di essere riusciti a garantirsi il soggiorno estivo nei luoghi incantevoli dell'isola.

Ben presto, infatti, i truffati, dopo aver versato le caparre, non avendo ricevuto più notizie nonostante le continue mail alla ricerca di contatto, hanno capito che probabilmente erano rimasti vittime di una truffa e non è rimasto loro altro da fare che rivolgersi ai Carabinieri denunciando l'accaduto. Anche peggio è rimasto, però, chi è arrivato sull'isola convinto di trovare casa e proprietaria e non ha trovato né l'una né l'altra, dovendosi anche riorganizzare sul posto, in piena stagione turistica, per evitare di tornarsene a casa doppiamente beffato. 

I militari di Campo Elba, seppur messi in difficoltà dai numerosi passaggi di denaro on-line da una carta di credito all'altra, dopo lunghi mesi di lavoro e accertamenti molto complicati per risalire la catena informatica che collega siti degli annunci commerciali, internet service providers, banche etc. hanno ricostruito non solo il "modus operandi" della truffatrice, ma anche i suoi estremi, individuandola, appunto nel capoluogo lombardo e segnalandola all'autorità giudiziaria.



Tag

Il Mose di Venezia, il rendering dell'infrastruttura: come opererà per regolare l'ingresso delle maree

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Attualità

Attualità