Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:PORTOFERRAIO12°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Letizia Moratti balla e canta con Ivana Spagna sulle note di «The Best»

Attualità mercoledì 25 settembre 2013 ore 14:25

"Un'isola fantasma", così "La Stampa" racconta Pianosa



ISOLA DI PIANOSA - “Dove un tempo vivevano 60 famiglie e mille detenuti ci sono case che si sbriciolano, uffici sprangati,negozi abbandonati, barche lasciate a marcire e una scuola scomparsa”. Con questo sottotitolo la Stampa di Torino dedica un intero articolo all’isola del diavolo, ovvero Pianosa. Nel servizio datato 23 settembre il giornalista Stefano Sergi racconta l’isola, il suo muraglione pronto per il 41bis, la compresenza di enti e competenze, dal comune, al Parco, fino al Ministero della Giustizia. Si racconta quello che questa terra, posta a 13 km a sud ovest dell’Elba era, e quello che, oggi è inevitabilmente diventata, dopo la chiusura del carcere di massima sicurezza: “Un concentrato di paradossi che affliggono il Bel Paese” scrive La Stampa. Si racconta come arrivarci, con un mezzo di linea ed un biglietto di 29 euro di cui 8 vanno al Parco nazionale; di come sull’isola le presenze giornaliere siano contingentate per proteggere l’ambiente; di come l’Associazione onlus Gli amici di Pianosa con tanti volontari, per lo più nativi dell’isola, offra ai visitatori libri, informazioni e una mostra permanente, tutto gratuitamente e di come “lo Stato ringrazia chiedendogli 553 euro al mese di affitto”. E c’è l’intervista al sindaco di Campo nell’Elba, entro i cui confini territoriali rientra Pianosa che così sintetizza i problemi gestionali legati all’isola “E’ un gran casino”. Un concetto riespresso pur diversamente anche dal direttore del Parco Franca Zanichelli che racconta come per aprire un centro visitatori fra permessi, vincoli e autorizzazioni ci siano voluti più di sei anni. Intanto l’immagine che la Stampa regala di questa terra, splendida e unica nel suo genere è quella di un’isola fantasma, dove tutto richiama a quello che è stato o potrebbe essere e a quello che non è. Poi il commento di un pianosino, Giuseppe Mazzei Braschi, che oggi presiede l’onlus per la difesa di Pianosa e spiega “Il problema è sempre il solito, non ci sono soldi. Ma – chiude Braschi - riaprire il supercarcere sarebbe una follia, con spese pazzesche. Quest’isola rivivrà quando torneranno non i mafiosi, ma i gerani e i panni stesi sui davanzali».

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I proprietari ormai anziani devono trasferirsi in paese e cercano una sistemazione per il pony. Ecco le informazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità

Attualità