comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:10 METEO:PORTOFERRAIO14°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 27 novembre 2020
corriere tv
Napoli, davanti al San Paolo l'emozionante omaggio dei tifosi: cori e fumogeni per Maradona

Attualità mercoledì 21 agosto 2013 ore 14:50

"I distretti turistici non competono alle Regioni" Così Scaletti replica al Sole24ore anche sul distretto dell'arcipelago



FIRENZE - “Non è da imputare in alcun modo ad una scelta della Regione Toscana il fatto che al 30 giugno non sia stato costituito un Distretto dell’Isola d’Elba o dell’Arcipelago toscano” lo dice a chiare lettere l’assessore regionale al turismo Cristina Scaletti nel suo intervento di replica alla notizia apparsa su Il sole24ore sullo sviluppo turistico della Toscana ed in particolare dell’Isola d’Elba. “La legge 106/2011, - precisa Scaletti - non affida alle Regioni la competenza di tali distretti, poiché prevede espressamente che questi siano istituiti con decreto del Presidente del Consiglio, su richiesta delle imprese interessate. Compito delle Regioni – d’intesa con il Ministero dell’economia e delle finanze e con i Comuni interessati – è la perimetrazione di questi distretti. Di fatto la procedura, piuttosto complessa, definita dall’articolo 3 della legge, non è mai stata formalmente attivata da imprese dell’Arcipelago. E questa è la condizione indispensabile per avviare i procedimenti. Nel luglio dello scorso anno, un’associazione di categoria, la Confcommercio elbana, ha indirizzato una nota per segnalare l’utilità di avviare il percorso per l’istituzione di un distretto per l’Elba o per l’Arcipelago toscano, comunicata anche ai Sindaci dell’Isola d’Elba. Sono state dunque fornite dalla Regione le indicazioni da seguire riferite alla procedura prevista dalla legge nazionale, senza però alcun riscontro successivo formale. Va inoltre specificato, come “IlSole24Ore” evidenzia in apertura, che purtroppo l’istituzione dei distretti turistici previsti dalla citata legge nazionale, contrariamente a quanto previsto per quelli a carattere industriale e manifatturiero, non prevede stanziamenti e finanziamenti. La legge ha previsto una procedura burocratica molto complessa che rinvia ad una serie di possibili vantaggi in termini di semplificazione amministrativa che ad oggi non hanno avuto seguito. Si rinvia infatti alla istituzione delle cosiddette “zone a burocrazia zero” riferite principalmente alla razionalizzazione degli uffici delle Agenzie fiscali e dell’Inps che può essere fatta però a condizione che non ci siano oneri aggiuntivi per le casse dello Stato. “Non si tratta quindi di avere accesso a stanziamenti o finanziamenti per turismo o attività economiche, ad oggi, tra l’altro, anche a livello nazionale, pochissime imprese hanno promosso la costituzione di questi distretti. Lavoreremo come Toscana insieme alle altre Regioni e al Governo per ottenere un quadro legislativo e di sostegno economico diretto per i sistemi delle imprese turistiche e in questo caso non potrebbe che prevedersi una riapertura dei termini per la creazione dei distretti accrescendone l’interesse”.


Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità