QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 19°23° 
Domani 22°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 28 settembre 2016

Attualità venerdì 26 febbraio 2016 ore 16:45

Traghetti più puntuali e stabili nelle corse

I dati emersi dall'Osservatorio sulla continuità territoriale evidenziano un numero minore di corse saltate e una maggiore puntualità nelle partenze

PORTOFERRAIO — Migliorano i collegamenti tra l'Arcipelago toscano e la terraferma, sia per quanto riguarda la regolarità che per la puntualità. E' quanto emerge dai dati dell'Osservatorio Toremar, come è stato rinominato il "Tavolo locale di coordinamento rappresentativo delle istanze istituzionali e sociali per la continuità territoriale dell'arcipelago toscano" nato nel 2012 per controllare l'efficacia dei servizi di collegamento con le isole, in particolare dei servizi Toremar, oggi regolati da un contratto di servizio pubblico con la Regione Toscana.

E migliora anche la qualità percepita, secondo i dati elaborati dal contact center, che rispecchiano il quadro delineato dall'Osservatorio: nel 2015 si registra infatti il miglior dato di sempre in termini di apprezzamento del servizio.

Soddisfatto l'assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli: "I dati mostrano una situazione in via di miglioramento, grazie agli standard previsti nel contratto di servizio: meno corse saltate e orari rispettati, navi rinnovate e più confortevoli. L'Osservatorio è nato con lo scopo di monitorare l'andamento dei traghetti che collegano l'Arcipelago e la costa toscana, così da evidenziare eventuali criticità e suggerire miglioramenti dei servizi. 

Credo sia importante che le istituzioni, prima tra tutte la Regione, continuino a mettere in campo tutte le loro energie per garantire sempre più il diritto alla continuità territoriale per i cittadini che vivono sulle nostre isole. In questo senso – dichiara ancora Ceccarelli – è molto positiva anche la volontà dichiarata dall'Autorità Portuale di voler definire in tempi rapidi una carta dei diritti dei passeggeri, a garanzia di tutti i soggetti trasportati".

Il rapporto presentato nel corso dell'ultima seduta dell'Osservatorio evidenzia come nel 2015 le corse soppresse siano state il 5,4% di quelle programmate, in netto calo rispetto agli anni precedenti (8,10% nel 2014; 7% nel 2013; 6,70 nel 2012). Migliora la regolarità di quasi tutte le linee, ad eccezione delle sole A1 Livorno-Capraia (dove, però, le soppressioni sono state tutte legate ad eventi meteo) e A4 Porto Santo Stefano-Giglio. In generale ben oltre l'80% delle soppressioni risulta causato da condizioni meteo marine avverse.

Anche il dato sulla puntualità è buono: i dati indicano nel 2015 un sostanziale rispetto di quanto previsto dal contratto, con un miglioramento rispetto al 2014. L'indice di puntualità in partenza al mattino risulta di fatto sempre rispettato, con punte del 100% sulle linee A1, A2 veloce e A5.

Per quanto riguarda la puntualità in arrivo, molto importante perché determinante per garantire la possibilità di coincidenza con altri mezzi di trasporto pubblico a Piombino, si sono avute corse giunte a destinazione entro 5' dall'orario programmato nel 99,1% dei casi. Solo nello 0,1% dei casi (in valore assoluto 28 corse) il ritardo accumulato ha superato i 30'. Nel 2014 erano state 80 le corse con ritardo superiore a 30'.

Nel 2015 si sono inoltre conclusi gli interventi di refitting (miglioramento in termini di comfort, qualità e sicurezza) sulle navi della flotta Toremar, che oggi risulta interamente ammodernata, così come richiesto dalla Regione nel contratto. L'ultima motonave rinnovata è stata la Bellini, completamente restaurata nel mese di giugno 2015. Nel dicembre 2012 era toccato all'Aethalia, nel giugno 2013 all'Oglasa, nel gennaio 2014 al Liburna e nel marzo 2015 al Marmorica.

La riunione dell'Osservatorio è stata anche l'occasione per dar conto di alcune modifiche apportate all'orario invernale dei traghetti, sia per venire incontro a richieste del territorio, come nel caso di Capraia, sia per rendere più efficiente il servizio, come nel caso delle rotte Piombino-Cavo-Rio Marina. 

E' stato rimodulato il servizio con l'utilizzo del traghetto Rio Marina-Piombino nel periodo invernale, in alternativa al mezzo veloce sulla rotta Cavo-Piombino nei casi in cui le condizioni meteo-mare non consentano la traversata con mezzo veloce; una coppia di corse stabili è effettuata con traghetto e non con mezzo veloce nel periodo invernale fra Cavo e Piombino; il collegamento fra i due porti (Cavo e Rio Marina) sarà garantito con servizio autobus di linea.

L'assessore Ceccarelli ha inoltre comunicato che sarà ripristinata la possibilità, per i possessori di abbonamento sulla tratta Piombino-Portoferraio, di utilizzare anche il traghetto da e per Rio Marina, così come richiesto dal territorio.

Tag