QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10°11° 
Domani 12°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 28 marzo 2017

Attualità martedì 09 agosto 2016 ore 16:30

Gli impianti sportivi tornano alla Cosimo

Fallito l'esperimento di affidamento diretto degli impianti alle società sportive, le strutture tornano alla partecipata comunale per 215mila euro

PORTOFERRAIO — L'amministrazione comunale fa retromarcia e affida nuovamente gli impianti sportivi alla partecipata Cosimo de' Medici attraverso un contratto di gestione da oltre 215mila euro.

L'esperimento di affidamento delle strutture sportive comunali alle società sportive, inaugurato appena quattro mesi fa quando la giunta comunale approvò la proposta dell'assessore Bertucci, resta un obiettivo dell'amministrazione ma stenta a realizzarsi tanto che si è giunti alla conclusione di ritornare alla partecipata comunale con un contratto di un anno in vigore dallo scorso primo agosto.

Il documento infatti affida gli impianti alla Cosimo fino al 31 luglio 2017 per la parte relativa alla "gestione dei servizi relativi alla fruizione da parte del pubblico e delle associazioni sportive dei seguenti siti ubicati in Portoferraio". Nello specifico gli impianti che andranno sotto il diretto controllo della Cosimo sono: la piscina posta all’interno dell’ex caserma Teseo Tesei, i campi di calcetto e tennis posti all’interno della stessa struttura, gli impianti sportivi di San Giovanni comprendenti il campo coperto polivalente, gli impianti di atletica, il campo interno all’impianto di atletica, gli spogliatoi e le aree contigue, lo stadio Antonio Lupi posto in via del Carburo, la palestra Monica Cecchini posta in via Pilade Del Buono. 

Oggetto dell'affidamento sarà il servizio della gestione, manutenzione ordinaria, la pulizia e la custodia degli impianti sportivi e il Comune verserà alla propria partecipata un totale di 215.712 euro (più IVA) da versare in due maxi rate da 109.653 euro per il bilancio 2016 (per il periodo 1 agosto - 31 dicembre 2016) e di 153.515 euro iscrivibili al bilancio 2017 (per il periodo 1 gennaio - 31 luglio 2017).

Tuttavia la delibera di giunta dell'aprile scorso giustificava così il ritiro della gestione dalla stessa Cosimo de' Medici: "L’amministrazione comunale ha sempre scontato e sconta lentezze operative, oltre che progressiva riduzione di personale in organico con idonee ed adeguate professionalità all’uopo necessarie, a fronte di esigenze talvolta anche immediate di intervento manutentivo, le procedure ed i vincoli di bilancio rendevano difficile o impossibile procedere e la società partecipata, Cosimo de Medici srl, per quanto potenzialmente struttura più agile, non è riuscita a corrispondere alle aspettative di celerità ed efficacia che erano all’origine dell’affidamento della gestione degli impianti a questa società".

"L’esperienza sino a qui compiuta non può dirsi complessivamente soddisfacente, anzi presenta palesi limiti, perché la Cosimo de Medici srl non riesce a fare fronte alle necessità gestionali, perché all’evidente difficoltà gestionale corrisponde una deresponsabilizzazione dell’utenza".

Tag