QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°31° 
Domani 20°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 26 luglio 2016

Attualità giovedì 28 gennaio 2016 ore 17:33

Il silenzio, l'applauso, il saluto

In centinaia si sono presentati questo pomeriggio per dare l'ultimo saluto alla piccola Giorgia Borroni, il paese intero si è stretto alla famiglia

CAMPO NELL'ELBA — Un volo di palloncini bianchi e rosa ha salutato l'uscita dalla chiesa della piccola bara bianca dove giaceva Giorgia Borroni. Da quel maledetto martedì quando la tragica notizia è rimbalzata da Firenze dove era ricoverata, la comunità campese, e elbana tutta, si è mossa per mostrare la propria vicinanza alla famiglia.

E oggi pomeriggio, a tributarle l'ultimo saluto, erano centinaia: la piccola chiesa parrocchiale di San Gaetano non è stata sufficiente a accogliere tutti, erano decine le persone che attendevano fuori. Un paese intero, per quelle poche ore, si è fermato e ha rivolto un pensiero a quella vita così giovane da non poter credere che sia già finita.

I negozi di Marina di Campo hanno rispettato l'indicazione del sindaco Lambardi che ha dichiarato il lutto cittadino, serrande abbassate e bandiere a mezz'asta dal balcone del municipio. Ma non sarebbe servito nemmeno l'atto scritto, in questi due giorni era difficile camminare per il paese senza cogliere negli sguardi, nelle conversazioni sottovoce, nelle pause innaturalmente lunghe fra una parola e un'altra, il pensiero e l'immagine di quella bellissima bambina.

La cerimonia è stata celebrata da Don Mauro Renzi, parroco di Campo, e da Don Arcadio Paciorko, ora a Marciana Marina ma che ha battezzato la piccola Giorgia troppo poco tempo fà. Nella chiesa gremita occhi lucidi e abbracci per i genitori Matteo e Francesca. E' stato proprio il padre, con la voce rotta dal dolore, a ringraziare tutti i presenti: "Voglio ringraziare tutti voi per essere qui, tutti quelli che in questi giorni ci sono stati vicini. Marina di Campo non ci ha mai lasciato soli". 

E Marina di Campo ha risposto anche oggi. Con gli adulti che hanno applaudito quando la bara passava fra due ali di folla, con i suoi bambini e i suoi ragazzi che hanno atteso la piccola bara fuori dalla chiesa tenendo in mano quei palloncini e lasciandoli volare in cielo, nel silenzio di tutti gli altri perchè, a volte, niente può essere detto se non attraverso il silenzio.

Anche il fratellino di Giorgia, di pochi anni più grande, ha lasciato andare un gruppo di palloncini firmati dai compagni di classe. Un caso ha voluto che un provvido cavo ne bloccasse l'ascesa e i palloncini restassero là, sospesi sopra le teste di tutti, come resterà il ricordo di Giorgia.

Il corpo è stato portato nella camera mortuaria di Portoferraio dove resterà fino a domani per un'ulteriore veglia funebre, per poi essere portato a Livorno per la cremazione.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag