QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 22°22° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 19 giugno 2018

Politica sabato 19 settembre 2015 ore 12:42

Segnini: "Galli trattato come il peggior nemico"

Il capogruppo di opposizione commenta così l'allontanamento del vicesindaco Giancarlo Galli dall'amministrazione campese: "Provo pena per il sindaco"



CAMPO NELL'ELBA — "Il consiglio Comunale di ieri sera ha visto la presenza di un folto pubblico, quello delle grandi occasioni. Le attese di conoscenza erano tantissime tutte incentrate sulla attuale situazione politica campese che attendeva risposte dalle programmate comunicazioni del sindaco. 

Fermento che si era allargato quando quattro consiglieri sono usciti da Rinascita Campese – seconda componente politica che ha vinto le elezioni insieme a quella del Lambardi - pubblicando un contorto comunicato carico di concetti molto ermetici, manifestando all’apparenza divergenze politiche insanabili ma, che in concreto, chiedevano la rimozione del Vicesindaco. 

Colui voluto fortemente da tutto il gruppo di Rinascita Campese che, pur non eletto, fin dall'insediamento ha assicurato costante presenza in Comune, ha di fatto governato la struttura amministrativa interna assicurando sportello anche alla domanda esterna. Il gestore del bilancio comunale per la professionalità posseduta.

Le aspettative sono andate completamente deluse poiché il Lambardi si è limitato a due stringate comunicazioni con le quali ha riferito di aver ricevuto le dimissioni da assessore di Roselba Danesi e di aver provveduto a sfiduciare il vicesindaco Galli, semplicemente riassumendo il contenuto del suo decreto n° 14 adottato pochi minuti prima dell'inizio del Consiglio Comunale.

Sbigottimento generale dei presenti visto le svariate dichiarazioni del sindaco in questi 16 mesi di governo circa la professionalità, i risultati e la dedizione del vicesindaco Galli, improvvisamente colpito dalla sfiducia del sindaco.

Lui che ha lavorato con riconoscimenti fino a poche ore prima per il Lambardi viene buttato via come uno straccio perchè lo stesso Sindaco non si fida più di lui. 

Il rappresentante di NPC, che ritiene che il trattamento subito dal vicesindaco sia da riservare nemmeno al proprio peggior nemico, prova in vario modo a riaprire la discussione sullo stato della maggioranza ma il sindaco, poco democraticamente, chiude il punto all’ordine del giorno ricordando che sulle sue comunicazioni non si apre discussione. 

La minoranza prende atto della assoluta indisponibilità del sindaco a dibattere su un argomento che avrà certamente risvolti importanti sul prosieguo del cammino di questa maggioranza e innegabili riflessi sulla vita dei cittadini campesi e decide di abbandonare il consiglio. 

Mancava ovviamente il Galli, il grande vinto, come in ogni processo di guerra che si rispetti. Dopo di questo brutto evento ci attendiamo, da coloro che hanno presentato e sostenuto il Galli, gli altri componenti di Rinascita Campese, i quali, peraltro, sembrano essere la grande maggioranza di quel gruppo politico, prendano la parola e si ribellino a questo ingiusto trattamento riservato dal Lombardi al loro massimo rappresentante

Per il resto una grande pena per il sindaco e per chi lo accompagna nel difficile percorso che li attenderà fino alla fine del loro mandato. Mandato, che con le attuali premesse siamo certi, non avrà un percorso di lunga durata".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Sport