QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 13°15° 
Domani 11°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 06 dicembre 2016

Cultura giovedì 18 febbraio 2016 ore 12:31

Comune e Unifi insieme per il museo archeologico

​Protocollo d’intesa fra Comune di Rio nell’Elba e Università di Firenze per valorizzare il Museo archeologico del Distretto minerario

RIO ELBA — Il Comune di Rio nell’Elba ha attivato un protocollo d’intesa con l’Università degli Studi di Firenze, e in particolare con il Museo di Storia Naturale (MSN) e il Dipartimento di Scienze della Terra (DST), per la valorizzazione del Museo civico archeologico del Distretto minerario e del territorio. 

"Tale accordo – come si legge nel documento - stabilisce un rapporto di collaborazione e partnership della durata di cinque anni, nell’ambito delle rispettive finalità istituzionali, per la realizzazione di studi e ricerche in ambito storico, archeologico, museologico, naturalistico e geomineralogico che possano qualificare ulteriormente, sotto il profilo scientifico, le rispettive attività istituzionali". 

Il Comune metterà a disposizione le collezioni e la struttura museale nonché il supporto logistico per le ricerche e gli studi da compiere sul territorio di propria competenza. Il DST metterà a disposizione le proprie competenze per la realizzazione di una ricerca finalizzata ad una piena valorizzazione del patrimonio geomineralogico dell’isola d’Elba, con particolare riguardo allo sfruttamento delle materie prime metalliche, principalmente ferrose, e alle ricadute di questa attività di sfruttamento nella evoluzione storica, economica e sociale del comprensorio elbano.

L’accordo è stato firmato dal sindaco di Rio nell’Elba, Claudio De Santi, dal presidente e dal responsabile del programma di attività del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, rispettivamente Guido Chelazzi e Giovanni Pratesi e dal direttore del Dipartimento di Scienze della Terra, Lorenzo Rook.

Molto soddisfatto il sindaco De Santi: “Ci siamo attivati per questa importantissima iniziativa affinché il Museo potesse entrare a fare parte di una rete istituzionale più ampia per promuovere programmi e attività scientifiche congiunte per le zone o località di interesse geologico, mineralogico, minerario, archeominerario e di rilevante valore naturalistico. 

Con questo protocollo d’intesa per il nostro territorio si aprono molte opportunità grazie alla collaborazione con l’Università di Firenze che ci supporterà proprio in ragione del suo ruolo e delle sue finalità. Ringrazio il prof. Guido Chelazzi, il dr. Giovanni Pratesi e il prof. Lorenzo Rook dell’Università di Firenze e tutto lo staff coinvolto per attivare questa collaborazione”.

Tag