QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 18°20° 
Domani 18°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 21 maggio 2018

Attualità giovedì 08 febbraio 2018 ore 14:30

"Ma tu lo sai chi era Pietro Gori?"

Riccardo Nurra, capogruppo di maggioranza a Portoferraio

L'ultima sottolineatura di Riccardo Nurra sulle polemiche nate dopo l'intitolazione al sindaco Ageno della piazzetta di fronte al Comune



PORTOFERRAIO — Premetto che mi riferisco e mi rivolgo a coloro che nel passato hanno ricoperto cariche istituzionali importanti in diversi paesi dell'isola, quegli stessi che nei giorni scorsi, vista la decisione dell'Amministrazione Comunale di Portoferraio di intitolare la piazzetta davanti al Palazzo Comunale all'ex sindaco Giovanni Ageno, hanno scritto scandalizzati o si sono presentati protestando vivacemente sotto la lapide di Pietro Gori, perché hanno sentito “usurpata” la figura dell'anarchico “gentile”.

Ribadisco che Pietro Gori è stato una bellissima e complessa persona e Portoferraio è onorata di avere, ancora oggi, una strada col suo nome ed una bella lapide a lui dedicata antistante il Palazzo Comunale.

Ed è proprio per questo che a questi signori e signore, che in un certo periodo della loro vita hanno ricoperto cariche importanti fino a diventare anche primi cittadini nei loro comuni, chiedo:

“Ma quando eravate maggioranza o opposizione nei vostri comuni non vi è mai venuto in mente di chiedere di intitolare una strada a Pietro Gori? Eppure la caratura di Gori era già e da tanto tempo riconosciuta!”

Può darsi che mi sbagli, ma mi pare che solo a Portoferraio e a Capoliveri ci siano strade intitolate a Pietro Gori: ma se così non è, attendo che qualcuno mi smentisca.

E allora, invece di lamentarsi e stracciarsi le vesti adesso, perché non sono stati propositivi quando “contavano” e potevano decidere ?

Per quanto riguarda poi la figura e le opere e le azioni di Pietro Gori, non si sono accorti i nostri contestatori che la memoria purtroppo sta scadendo nell'oblio?

Chiedo al giornale che ha fatto il questionario (su chi era d'accordo o meno di cambiare il nome della piazzetta, con esito prevedibilmente scontato perché in questi casi chi scrive è solo chi è contrario) di fare un'altra prova così come l'ho fatta io, ma la mia ovviamente è senza valore. Perché non vanno fuori dalle scuole superiori e chiedono a bruciapelo ai ragazzi, anche ai diciottenni: “Ma tu lo sai chi era Pietro Gori?”

Il risultato della mia indagine è stato desolante, nessuno sa niente, ma forse qualcun altro avrà più fortuna. Sinceramente lo spero.

A questo punto, invece di fare le cicale e sotto la lapide cantare compiacendosi le Sue belle canzoni, forse è il caso di fare degli incontri con le nuove generazioni e forse anche con quelle meno nuove, per trasmettere l'importanza dell'uomo.

Invece di riporre le bandiere nei cassetti ed aspettare di sventolarle alla prossima contestazione, fate delle proposte, chiedete spazi per parlarne, organizzate iniziative, senza gridare ed inveire se non è necessario, e vedrete che le Amministrazioni (immagino non solo quella di Portoferraio) si metteranno a disposizione per rinnovare il ricordo alle presenti generazioni e conservarlo anche a quelle future.

Riccardo Nurra



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità