QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi -3°12° 
Domani -3°6° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 07 dicembre 2016

Attualità sabato 12 marzo 2016 ore 10:56

Rispondi, è il sindaco che chiama

Presentato ieri l'Alert System dei comuni dell'anello occidentale: il sindaco potrà chiamare a casa per tutte le comunicazioni importanti

MARCIANA — Un vecchio spot diceva: "Una telefonata ti allunga la vita". Ecco, magari quello no, ma con il nuovo sistema Alert System implementato dai comuni di Campo nell'Elba, Marciana e Marciana Marina, una telefonata dal primo cittadino ti informa tempestivamente sulle novità importanti.

Già in funzione per i casi di allerta meteo, e utilizzato anche per la chiusura delle scuole di Portoferraio, il sistema prevede la possibilità per il primo cittadino di registrare un messaggio e far partire 7.200 chiamate al minuto contemporaneamente, 200mila l'ora. E' stato presentato ieri nella Collegiata San Sebastiano di Marciana dai rappresentanti della ditta, dal presidente dell'associazione Racchetta e dai sindaci Anna Bulgaresi e Andrea Ciumei.

"Stiamo registrando la chiamata zero - spiega Paola Balestri, rappresentante di Comunica Italia - cioè quella di presentazione (poco dopo infatti viene fatta ascoltare la chiamata registrata dal sindaco Bulgaresi, ndr), la novità importante è che, sui siti dei Comuni è possibile registrare non solo i numeri fissi ma anche i cellulari e i numeri delle seconde case".

"E' un sistema illimitato che viene usato anche per comunicare cambi di viabilità o la chiusura delle scuole - continua la Balestri - sta al sindaco decidere come e quando. E' possibile riascoltare il messaggio, esiste un servizio clienti sempre attivo e stiamo valutando anche la creazione di un app per cellulari per l'Elba occidentale".

Pare che anche il Comune di Capoliveri si sia mosso per acquistare il servizio. 

"E' un impegno che avevamo preso già anni fa - racconta Anna Bulgaresi - e siamo contenti di averlo mantenuto, penso che sia un passo avanti per la sicurezza dei nostri cittadini".

"E' un servizio importante che mettiamo a disposizione - commenta Andrea Ciumei - soprattutto in un territorio a rischio come il nostro. Pensate se fosse stato attivo durante l'alluvione di Marina di Campo nel 2011, quanto sarebbe stato utile avvertire tutti i cittadini".

Scende nel dettaglio Gianmario Gentini, responsabile elbano dell'associazione La Racchetta: "Già con il livello di allerta meteo gialla contattiamo chi si è iscritto, ma quando sale a arancione come è capitato recentemente, attingiamo a tutti i numeri del database fornito dal ministero per raggiungere più persone possibili. Se non si risponde alla prima telefonata, questa verrà ripetuta fino a tre volte".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag