QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 19°21° 
Domani 14°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 23 giugno 2018

Cronaca giovedì 04 luglio 2013 ore 15:40

Arresti domiciliari a casa del fratello, ma finisce alle Sughere



ISOLA D'ELBA - Aveva chiesto e ottenuto dalla Procura di Napoli gli arresti domiciliari all’Isola d’Elba presso l’abitazione del fratello, ma adesso si trova recluso nel carcere delle Sughere di Livorno. Il fatto ha quasi dell’incredibile. Un uomo di 32 anni campano, nel giugno scorso aveva riportato una condanna a 4 anni ed 8 mesi di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti, delitto commesso nel dicembre del 2012 a Napoli, ma era riuscito ad ottenere la misura meno afflittiva degli arresti domiciliari, dichiarando al Giudice di volersi trasferire a Rio Marina per scontare la misura cautelare pena presso la residenza del fratello, garanzia di buona frequentazione e condotta. Il Tribunale di Napoli, dopo aver accordato la richiesta aveva comunicato ai carabinieri di Rio Marina le prescrizioni cui avrebbe dovuto sottostare l’uomo. Da subito, però, ai militari elbani non è risultato aderente al vero quanto dichiarato dall’arrestato alla magistratura. Infatti l’abitazione indicata non era da tempo più abitata dal familiare del 32enne, mentre invece vi abitava una donna, per di più con frequentazioni controindicate. A un più approfondito accertamento, poi, è risultato che l’ignaro fratello non solo si era trasferito definitivamente a Napoli da tempo, ma che addirittura non aveva più con sé neanche le chiavi della casa in questione. Ecco, dunque, che l’Autorità Giudiziaria ha emesso subito un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare e in un battibaleno per il pregiudicato si sono spalancate nuovamente le porte di una cella: quelle del carcere livornese, ove l’uomo è stato tradotto, dopo le formalità di rito, dagli stessi carabinieri di Rio Marina.


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca