Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PORTOFERRAIO20°22°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 29 maggio 2022
TOSCANA FIRENZE AREZZO CECINA CHIANTI CUOIO ELBA EMPOLESE LUCCA MAREMMA MASSA-CARRARA PISA PISTOIA PRATO VALDELSA VALDERA VALDICHIANA VALDICORNIA VERSILIA VOLTERRA NOVE FIRENZE
Tutti i titoli:
corriere tv
Stade de France, ancora disordini: la polizia usa gas lacrimogeni e spray urticanti sui tifosi (e i bambini)

DISSALATORE venerdì 17 dicembre 2021 ore 08:00

Dissalatore, un evento nazionale contro la realizzazione

Leonardo Preziosi presidente di Italia Nostra Arcipelago Toscano
Leonardo Preziosi presidente di Italia Nostra Arcipelago Toscano

Il Comitato per la difesa di Lido e Mola organizza per il 22 gennaio un convegno con biologi marini, geologi, tecnici amministrativi e parlamentari



CAPOLIVERI — "In questi ultimi due mesi abbiamo lavorato molto per contrastare la follia della realizzazione del dissalatore di Lido/Mola - dice Leonardo Preziosi presidente di Italia Nostra Arcipelago Toscano - Abbiamo cercato di mettere insieme tutte le forze che la pensavano nello stesso modo e siamo riusciti a creare un fronte comune molto importante che sta affiancando il Comune di Capoliveri nel tentativo di fermare questo attacco all’ambiente che ci toccherebbe veramente da vicino."

Italia Nostra e Fondazione Isola d'Elba hanno infatti creato il  Comitato per la difesa di Lido e Mola (CDLM) affiancando il Comune di Capoliveri nel tentativo, per ora non riuscito, di convincere l' Autorità Idrica Toscana a cambiare destinazione e modalità progettuali all'impianto.

"Recentemente abbiamo più volte richiesto un confronto senza ricevere risposte. - continua Preziosi - Abbiamo a che fare con istituzioni che non considerano la partecipazione dei cittadini."

Il Comitato ha un ampio seguito di residenti e proprietari di seconde case nel Comune di Capoliveri nel quale il progetto dovrebbe essere realizzato e da parte dei soci di Italia Nostra e dei soci della Fondazione Isola d’Elba che esprime il meglio dell’imprenditoria elbana. Attraverso varie osservazioni presentate dai suoi componenti nei tempi e nei modi di legge, il Comitato è riuscito ad ottenere qualche lieve risultato ma soprattutto non ha ottenuto che l’opera fosse sottoposta a VIA (valutazione di impatto ambientale).

"Dopo la recente autorizzazione del senato al Ddl 1571 “Salvamare” - informa Preziosi - abbiamo richiesto all’Autorità Idrica Toscana , riferimento regionale di ASA, di rivedere il progetto per sottoporlo alle prescrizioni di detto Ddl , anche se non ancora definitivamente approvato essendo in seconda e definitiva lettura alla Camera. Ma anche a tale richiesta non è stato dato seguito in quanto il progetto è stato dichiarato non assoggettabile alla VIA attraverso l ‘ escamotage di un decreto regionale."

"A questo punto abbiamo deciso di organizzare un evento che dovrà avere una cassa di risonanza nazionale. Il 22 gennaio 2022 - annuncia Preziosi -avremo un importante convegno a Portoferraio al quale parteciperanno relatori competenti nel settore (biologi marini, geologi, amministrativisti) e rappresentanti della Camera e del Senato che hanno presentato interrogazioni parlamentari a supporto di questa nostra iniziativa. L’obiettivo del Convegno è semplicemente quello di informare la popolazione in un modo finalmente chiaro e trasparente che il dissalatore crea fatalmente dei danni irreversibili all’ambiente"

"E questo lo faranno relatori di altissimo livello che metteranno in evidenza i punti deboli del progetto spiegando invece che l’acqua all’Elba c’è; si tratta solo di volerla e saperla estrarre e poi gestire.....cosa che ASA ha più volte ormai dimostrato di non voler e saper fare.Ne abbiamo testimonianze quotidiane attraverso le esperienze che ciascuno di noi ha con questa società da anni. Quindi in sostanza - dice Preziosi - ci proponiamo di costringere ASA e AIT a tornare sui propri passi, a limitare le perdite dell’attuale condotta sottomarina, a costruirne una nuova in parallelo, ad utilizzare i risultati della indagine che la stessa AIT ha commissionato all’Università di Siena nel 2019 che avalla questo assunto e propone la creazione di 6 invasi di stoccaggio."

"Tutti coloro che condividono questo approccio - conclude il presidente di. Italia Nostra Elba Arcipelago - sono invitati fin da ora a partecipare all’evento del 22 gennaio, preferibilmente in presenza ma comunque eventualmente su piattaforma. Nel frattempo prego ciascuno degli interessati a consultare il sito elbanodissalatore.it e la pagina Facebook CDLM comitato per la difesa Lido e Mola”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'avviso con le informazioni è stato diffuso dalla Capitaneria di porto di Portoferraio. Ecco le informazioni per gli interessati
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Elezioni

Attualità