QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 22°25° 
Domani 21°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 25 giugno 2016

Attualità mercoledì 09 marzo 2016 ore 10:15

Niente soldi per il gas, l'asilo sospende la mensa

Un gruppo di genitori denuncia la chiusura del servizio mensa per mancanza di fondi e nei mesi scorsi era mancata anche l'acqua calda

RIO NELL'ELBA — "Dovete aver pazienza. Questa è la ricorrente risposta che riceviamo dal Comune quando affrontiamo le varie problematiche di gestione della scuola materna di Rio nell'Elba".

Comincia così l'appello lanciato da alcuni genitori dei bambini iscritti alla scuola materna comunale Agostini di Rio nell'Elba da mesi ormai alle prese con i problemi di gestione della struttura dovuti, scrivono, ai guai finanziari del Comune.

"Ma la pazienza è finita. Così scriviamo per rendere noto un grosso disagio derivante da incompetenza e menefreghismo da parte del Comune, o forse da presunte colpe, il fatto è che non lo sappiamo dato che non riceviamo nessuna comunicazione da parte dell'amministrazione".

"Tutto inizia con l'arrivo dell'inverno, per fortuna mite, l'asilo rimane senza riscaldamento e senza acqua calda per un lungo periodo di tempo per mancanza di soldi. Dopo varie lamentele viene fatto il carico di gasolio e i nostri bambini tornano al caldo ma la situazione si è ripetuta una seconda volta causando un maggiore disagio.

La mancanza di soldi è sempre al primo posto delle giustificazioni da parte del Comune ma l'assurdo si raggiunge quando lo stesso Comune non risponde ai tanti genitori che chiedono di pagare i buoni mensa con la riduzione per il reddito rinunciando così da ottobre a incassare i soldi che tanto mancano.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la sospensione della mensa causa mancanza di gas. I genitori si sono offerti di aiutare a livello economico per scongiurare la chiusura della mensa ma anche questa volta la risposta è stata la stessa: dovete avere pazienza. L'orario è quindi ora ridotto e viene a mancare una parte importante della giornata dei nostri bambini: la condivisione del pranzo che è un momento educativo importantissimo, per non parlare dei problemi di organizzazione delle famiglie.

E' giusto sottolineare che la necessità di una scuola dell'infanzia non deriva solo dalle esigenze organizzative dei genitori ma da un bisogno dei piccoli stessi di crescere interagendo tra coetanei con attività ludico ricreative e muovere i primi passi nella società con l'aiuto di valide figure educative professionali quali le nostre bravissime insegnanti. 

Tutto questo però diventa faticoso quando non vengono forniti gli strumenti necessari per un buon funzionamento della struttura". 

La materna è stata recentemente ristrutturata: è infatti del settembre 2015 la fine dei lavori e l'inaugurazione in coincidenza con il primo giorno di scuola. Un lavoro reso possibile dal finanziamento di 108mila euro ricevuto dal Comune.

Tag