QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 24°26° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 21 luglio 2017

Sport lunedì 05 giugno 2017 ore 13:07

Le vele della costa che brilla, a Fedeli il premio

La seconda edizione della veleggiata ha visto 19 barche partecipare alla suggestiva competizione. Il premio speciale all'armatore di Nacchera

RIO MARINA — Torna per il secondo anno a Rio Marina, la veleggiata della Costa che Brilla, una manifestazione organizzata dalla collaborazione del Centro Velico Elbano di Rio Marina, la scuola vela Utopia di Cavo, il Circolo Vela Mare di Viareggio e Yacht Club Marina di San Vincenzo. 

La prova si è svolta sabato 3 giugno su percorso Cavo-Rio Marina, con passaggio dagli isolotti di Palmaiola e Cerboli entrambi da lasciare a destra. In tutto hanno partecipato 19 barche, tra le quali un trimarano, con lunghezze comprese tra gli otto e i tredici metri. Tenuto conto del numero di barche la flotta è stata divisa omogeneamente in due categorie per lunghezza, più una categoria dedicata al multiscafo. Nonostante la mattina sembrasse completamente priva di vento, pochi minuti prima della partenza un gradevole maestrale ha acceso l’entusiasmo dei partecipanti e così alle 11.30 la flotta ha preso il via. 

Subito in evidenza Jenetica, il J80 di Stefano Davitti che con Piero Ricci al timone, ed in equipaggio le piccole Mariasole, figlia di Piero, e Margherita, nipote di Stefano, andava a girare, dopo una magistrale partenza mure a sinistra, per primo la boa di disimpegno. Subito dietro Armorica, il First 31.7 di Emanuele Bravin, sulla quale era presente un equipaggio tutto di atleti del CVE con lo stesso Emanuele, Filippo Arcucci, Maurizio Grazia, Valentina Ferrigno e le piccole promesse del Centro Velico Alice Arcucci e Angelica Ricci che si sono alternate al timone per tutta la prova; dietro Firstissimo, First 30 di Giuseppe Caramatti, Tojour il J80 di Silvano Niccolini e Magia, First 36.7 di Mario Pierattini, a seguire il resto della flotta. Con il vento al traverso fino a Palmaiola ed in poppa fino a Cerboli, Firstissimo e Jenetica sono riusciti a prendere un buon margine sugli avversari, ma proprio sulla boa naturale di Cerboli Armorica è riuscita a superare Jenetica andando momentaneamente a guadagnare la seconda posizione. Sul successivo bordo di bolina, le barche più grandi inevitabilmente hanno preso un passo più veloce e così, Magia e Toujour sono riuscite a superare sia Armorica che Jenetica. Dalle retrovie, grande recupero del trimarano Enneagramma di Claudio Merli che con passo rapidissimo è riuscito a chiudere in quarta posizione. La classifica in tempo reale vede quindi la vittoria di Firstissimo, seguito da Magia, Tojours, Enneagramma e Armorica. Nelle classifiche di categoria, in Categoria ALFA vittoria per Firtsissimo, seguito da Magia, Tojours.In Categoria BRAVO vittoria per Armorica, seguita da Jenetica e Ekate, Come 303 di Enrico Bardotti.Nei multiscafi, ovvia vittoria per Enneagramma, unico partecipante.

Il premio speciale “Trofeo la Costa che Brilla” è stato consegnato a Fabrizio Fedeli, armatore di Nacchera, Alpa 9, per aver partecipato in solitario. 

Ma le classifiche in manifestazioni di questo tipo contano veramente poco, perché come hanno sottolineato gli organizzatori, "la Veleggiata della Costa che Brilla è un evento socializzante, dove gli equipaggi sono composti da nuclei familiari, con la presenza di molti bambini".

Tag