QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 18°21° 
Domani 20°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 01 ottobre 2016

Attualità mercoledì 16 marzo 2016 ore 10:33

Un progetto per salvare la Posidonia marina

Giancarlo Amore ha presentato al sindaco Ferrari un progetto per salvaguardare la pianta marina che protegge il mare elbano

PORTOFERRAIO — La Posidonia, è la pianta marina che popola i fondali di tutta l’isola d’Elba. Vive tranquillamente in un bassissimo fondale o anche a oltre 30 metri di profondità. All'interno dei posidonieti, si riproducono, si difendono e si nutrono centinaia di specie di pesci e anche di cefalopodi, produce ossigeno e le sue vaste praterie pongono una barriera che frena il moto ondoso e le correnti, preservando così le spiagge dall’erosione. .

Quindi la Posidonia per la sua fondamentale importanza che ha in tutto il bacino del Mediterraneo è protetta e tutelata dalla normativa Europea n° 92/43/ CEE.

Uno dei principali pericoli per le praterie di Posidonie, sono le ancore dei natanti. Infatti ogni volta che un imbarcazione ormeggiata sulle praterie salpa la propria ancora, asporta una parte di questa preziosa pianta danneggiandola gravemente. 

"Secondo la mia esperienza - racconta Giancarlo Amore - per districarsi da questa annosa questione nel miglior modo possibile, pur facendo ormeggiare lo stesso i natanti, questa mattina, ho sottoposto un progetto all’attenzione del sindaco di Portoferraio Mario Ferrari che, se verrà accolto in breve tempo sarà preso come modello da tante località marine non solo Italiane".

"Oltre a proteggere le Posidonie dagli ormeggi selvaggi, lo stesso progetto diffonderà anche la cultura della difesa dei fondali marini abbinando boe intelligenti o altro, si eviterà così l’interdizione agli ormeggi di determinate zone di particolare interesse ambientale e turistico. Il mare dell’Elba è pulito grazie all’immenso polmone di Posidonie di cui è circondata e quindi il progetto è anche la migliore forma di rispetto e quindi di stima, che possiamo tutti insieme dedicare al mare".

"Ricordo che quest’ anno - conclude Amore - le Posidonie hanno diffuso nel mare i propri frutti, ed è la terza volta che accade nel giro di quarant’anni. Quindi un altro fatto interessante e raro. La fruttificazione maggiormente consistente di tutto il mare elbano, avviene nel golfo di Portoferraio, infatti tra qualche mese nella zona dei Magazzini sarà possibile vedere sulle spiagge i frutti verdi delle Posidonie, simili ad olive".

Tag