QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 12°13° 
Domani 11°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 03 dicembre 2016

Attualità venerdì 29 gennaio 2016 ore 13:05

Sosta selvaggia, più controlli nel fine settimana

Si è svolto ieri l'incontro in Prefettura fra le associazioni dei commercianti, Comune e Prefetto. Maggiori passaggi nelle serate a rischio

PORTOFERRAIO — Si è svolto nel pomeriggio di giovedì un incontro tra i rappresentanti delle associazioni di categoria Confcommercio e Confesercenti ed il dottor Giovanni Daveti, viceprefetto agli affari per l'Isola d'Elba per affrontare il problema del parcheggio selvaggio nel centro storico di Portoferraio.

Alla riunione ha presenziato, per conto del Comune di Portoferraio, anche il vicesindaco Roberto Marini. L'incontro è stato richiesto dalle stesse associazioni in seguito all'incontro che si è tenuto nei giorni scorsi presso la sala della Gran Guardia con i commercianti del centro storico.

Si è trattata di una riunione estremamente positiva, riferiscono i rappresentanti delle categorie economiche all'unisono, e fanno sapere che "abbiamo trovato nell'autorità prefettizia una importante volontà di comprensione delle problematiche e una decisione nel voler collaborare con tutti i soggetti in campo, degna di essere sottolineata".

Alla fine sia il viceprefetto che il Comune hanno assicurato l'impegno immediato a soluzioni per garantire una viabilità più ordinata e sopratutto più sicura, che tradotto vuol dire un maggiore impegno sul territorio con passaggi più frequenti nelle zone calde e a rischio intasamento.

Le associazioni, insieme alle attività commerciali, continueranno nella loro campagna informativa nel chiedere a tutti gli utenti, più educazione e rispetto nell'uso di parcheggi nel centro storico cittadino. 

"Come associazioni - scrivono congiuntamente Confcommercio e Confesercenti - siamo convinti che il problema si possa affrontare e risolvere anche senza la forza persuasiva di metodi repressivi pesanti, che andrebbero a penalizzare molte attività commerciali e di pubblico esercizio del centro storico". 

Attività che, lo vogliamo ricordare, stanno facendo già un grosso sforzo per restare aperti nel periodo invernale, restituendo alla città, tra le altre cose, un discreto contributo in termini di vitalità, occasioni di socializzazione e posti di lavoro.

Tag