QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 16°20° 
Domani 20°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 18 ottobre 2017

Politica giovedì 17 novembre 2016 ore 15:37

"Servono progetti, non dichiarazioni d'intenti"

Giovanni Fratini riprende, chiudendola, la polemica con il vicesindaco Roberto Marini sulla chiusura dei siti storici in giorni di affluenza turistica

PORTOFERRAIO — "Caro Roberto Marini,mi sono imbestialito perché non ostante l’arrivo di navi da crociera e, per tutto il mese di ottobre, di gite turistiche, qualcuno ha pensato bene di chiudere l’ufficio informazioni che avevate allestito alla Gattaia, anche se con un orario di apertura a dire la verità non proprio turistico.

Mi sono imbestialito perché dal 7 novembre avete chiuso il Museo della Linguella, i bastioni medicei, il Teatro dei Vigilanti e il Falcone non ostante si sapesse che, fino al 14 novembre, avremmo ospitato altre navi da crociera. Sono rimasto sconcertato nell’apprendere che il Falcone, i bastioni e lo spazio archeologico della Linguella saranno interdetti ai portoferraiesi fino alla prossima Pasqua. 

Quanto all'apertura invernale di alcuni siti ti ha già risposto Andreoli (Forte Falcone e bastioni). Quando non esisteva ancora la Cosimo de’ Medici, la mia memoria mi dice che la Linguella era affidata all’infaticabile Franco Bellosi, dipendente comunale, che la teneva aperta d’estate e d’inverno. 

E per le fortezze medicee (allora il Falcone non era disponibile), affidate alla Cooperativa CISSE, la chiusura d’inverno non era prevista. L’amore per la propria città, caro Roberto, non cresce con l’avanzare dell’ età; o ce l’hai sempre, a vent’anni come a settanta, o non ce l’hai mai o non ne hai mai abbastanza, giovane o anziano che tu sia. 

Ho ritenuto che certe disattenzioni siano il segno di uno scarso interesse, di disamore. Ho espresso semplicemente una mia opinione e non ho offeso nessuno. Non capisco dunque che cosa puoi rimandare al mittente, che sarei io. Né capisco a quale compagine tu ti riferisca. 

Non ostante le mie tessere di partito, sono sempre stato, come te, una persona libera. Non mi sono mai piaciuti ed ho sempre rifiutato stretti legami di appartenenza ad un gruppo o ad una associazione e tanto meno a segrete confraternite, che sento dire godano sempre di buona salute. 

Mi accusi di supponenza, vale a dire di alterigia, di arroganza. Ma perché se un ex amministratore, come me, si permette di esprimere una opinione, lo consideri un arrogante? Desidero, a questo punto, ricordarti che amministratori di altri tempi vi hanno lasciato in eredità un patrimonio culturale notevole. 

Il sito archeologico e il Museo della Linguella, i bastioni medicei, il Forte Falcone e il Forte Inglese, l’ex Caserma De Laugier con una biblioteca, una pinacoteca, l’archivio storico e una sala cinematografica, il Teatro dei Vigilanti, la sala Telemaco Signorini e la Gran Guardia. 

Un patrimonio che voi dovete gestire e promuovere. Mi fai sapere che appena un mese fa c’è stata una dichiarazione d’intenti sul tema dell’apertura dei siti museali di Portoferraio da parte della stessa amministrazione. Questa notizia, da una parte mi ha fatto un po’ piacere, ma al tempo stesso mi ha un po’ sconcertato. 

Penso che un'amministrazione comunale, se gode, peraltro, di ottime risorse finanziarie come la nostra, non può limitarsi a prendere contezza come tu dici che la stagione turistica si può dire allungata e consolidata e di conseguenza decidere di riorganizzare la Cosimo de’ Medici in modo che possa garantire assunzioni di personale con contratti stagionali più lunghi. 

A mio modestissimo avviso, dovrebbe succedere il contrario. Si dovrebbero avere idee, sarebbe opportuno promuovere iniziative, investire in progetti che possano creare le condizioni affinché la stagione turistica duri sempre di più. E non aspettare che questo avvenga per caso, per miracolo. 

Non è da quest’anno che una discreta presenza di turisti si nota fino ai primi di novembre. Avreste dovuto saperlo già nel 2014 e quindi assumere, almeno nell’anno successivo, i necessari provvedimenti per utilizzare al meglio quel patrimonio culturale di cui è dotata la città e non limitarvi, dopo due anni, a stagione quasi conclusa, ad una dichiarazione d’intenti". 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Sport

Attualità