QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 21°23° 
Domani 22°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 30 giugno 2016

Cronaca giovedì 18 febbraio 2016 ore 12:50

Rotonde e manutenzione, è il porto che cambia

L'Autorità portuale emetterà a giorni il bando dei lavori nella zona del porto: 550mila euro per le due rotonde e la manutenzione dell'area di sbarco

PORTOFERRAIO — E' stato presentato questa mattina il progetto esecutivo per il rifacimento dell'area portuale di Portoferraio. Ne hanno discusso in un lungo incontro il sindaco Mario Ferrari e il commissario dell'Autorità portuale Luciano Guerrieri.

Il faccia a faccia è servito per fare il punto sugli impegni che l'Authority ha preso con il Comune e per dare una decisa accelerata per la realizzazione della nuova viabilità. Un piano che si sviluppa lungo due direttrici: opere da realizzare a breve termine e porre le basi per la stesura di un nuovo piano regolatore del porto che prevederà l'allungamento di due moli da qui a due anni.

Nell'immediato la notizia è l'uscita, nei prossimi giorni, del bando per l'affidamento dei lavori di realizzazione delle due rotonde nelle vie d'accesso del porto. La prima verrà realizzata alla base del molo Massimo dove via Zambelli incrocia calata Italia. L'opera, adornata al centro da una statua del maestro Italo Bolano, verrà corredata da un'opera di razionalizzazione dei parcheggi presenti e verranno realizzati dei passaggi pedonali in entrata e in uscita dall'imbarco in aggiunta a nuovi marciapiedi e una nuova illuminazione.

La seconda, più grande, verrà invece realizzata poco più avanti dove via Zambelli incrocia viale Elba. Anche in questo caso verrà adornata con una statua che raffigura gli otto comuni elbani e avrà una struttura rialzata rispetto al manto stradale. E' questa l'opera che dovrebbe partire per prima nel cronoprogramma stilato da sindaco e commissario.

Un investimento da più di mezzo milione di euro la cui gestione sarà poi della stessa Autorità portuale secondo una convenzione firmata con il Comune che allarga l'area di influenza dell'ente sulla zona. All'Autorità spetterà infatti anche la manutenzione delle opere e del verde a corredo e si sta trattando sull'idea che sia lo stesso personale dell'ente a occuparsi più attivamente anche della gestione del traffico agli imbarchi.

I tempi prevedono 90 giorni dall'emissione del bando per l'affidamento dei lavori alla ditta che verrà individuata e la realizzazione procederà compatibilmente con le esigenze della stagione turistica: si prevede comunque che il tutto sarà pronto per la prossima primavera.

A lungo termine invece sono previste le opere a mare: allungamento del molo Alto fondale e ampliamento del piazzale antistante l'imbarco numero 1. Opere da 2 milioni di euro che potrebbero procedere in parallelo con l'allungamento del molo Massimo su cui l'amministrazione punta ancora. In ballo anche la realizzazione della stazione marittima: il progetto dovrebbe essere pronto ai primi di maggio e i 2,5 milioni di euro necessari sono già stati individuati.

"Le opere a lungo termine - commenta il commissario Luciano Guerrieri - dovranno essere accompagnate dalla redazione di un nuovo Piano regolatore portuale. Nell'incontro del 25 (quando è convocato l'osservatorio sulla continuità territoriale, nda) parleremo con l'assessore regionale Ceccarelli per individuare la via migliore per accedere ai finanziamenti della Regione e delle Stato. Sarà un percorso condiviso con il Comune di Portoferraio, al momento non c'è un'idea precisa e sul tavolo ci sono tutte le possibilità per il futuro, dovremo trovarle insieme: si tratta di stilare un vero Accordo di Programma sul modello di quello a Piombino".

Soddisfatto anche il sindaco Mario Ferrari: "Era necessario incontrare il commissario, che ringrazio, per rinsaldare i rapporti fra Autorità e Comune. Abbiamo messo insieme il programma dei lavori e collaboreremo per il piano regolatore che verrà. Sono contento che il commissario abbia colto le nostre necessità di unire a una maggiore funzionalità dell'area portuale anche un'attenzione all'estetica: la zona è il punto di ingresso all'Elba per i turisti e merita che sia tenuta al meglio".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag