QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 26°28° 
Domani 19°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 29 giugno 2017

Attualità venerdì 11 novembre 2016 ore 16:50

L'Elba alla Biennale Gastronomica di Firenze

Spedizione elbana a Firenze per la Biennale Enogastronomica 2016 con Elbataste e lo street food del Polpaio e di Panzerotto Gourmet

PORTOFERRAIO — C'è molta Elba alla Biennale Enogastronomica che si è aperta in questi giorni nel capoluogo regionale. La spedizione elbana è composta infatti da Valter Giuiani, presidente del Consorzio Elbataste, che parteciperà alla tavola rotonda La forma del cibo, mentre i palati fiorentini potranno gustare lo street food del Polpaio e di Panzerotto Gourmet.

L'appuntamento istituzionale sarà introdotto da Santino Cannamela, presidente della Biennale Enogastrronomica e coordinato da Valter Giuliani.

Partecipano: Giovanni Bettarini, assessore allo Sviluppo Economico e Turismo del Comune di Firenze, Nico Gronchi presidente Confesercenti Firenze e Toscana, Angelo Pittro commercial and marketing director di Lonely Planet Italia, Giampiero Sammuri presidente del Parco Nazionale Arcipelago Toscano, Lorenzo Marchionni presidente Centrale del Latte della Toscana spa, Franco Cambi prof. ass. di Metodologia della Ricerca Archeologica Università di Siena e direttore degli scavi romani di San Giovanni e Silvia Vancini, ufficio stampa Acqua dell’Elba.

"Questa tavola rotonda - spiega Giuliani - vuole essere una occasione per discutere e confrontarsi fra attori differenti sulla opportunità di come sviluppare la promozione del territorio attraverso le eccellenze enogastronomiche.

L’enogastronomia legata alla cultura del territorio è a sua volta agricoltura, pesca, paesaggio, basa le sue origini dalla cultura popolare ed è radicata nella memoria delle persone e degli artigiani che trasformano le materie prime. 

Attraverso il racconto dell’esperienza che ElbaTaste sta realizzando all’Isola d’Elba vogliamo sviluppare un confronto sulle metodologie e le esperienze che si possono attivare da diversi ruoli e punti di vista, un confronto sulle strategie e sugli strumenti da mettere in atto. 

Il Comune di Firenze ha predisposto degli strumenti normativi per tutelare il centro storico quale patrimonio universale dell’Unesco, ovvero l’attenzione oltre che alla parte storico artistica è centrata anche sugli aspetti agro alimentari e alle proposte enogastronomiche che fanno parte integrante dell’immagine di una città turistica quale Firenze è. 

Stesso ragionamento per una destinazione quale l’Isola d’Elba che di turismo vive e che oltre a tutelare l’ambiente ha interesse a tutelare e promuovere il patrimonio enogastronomico di qualità legato alla cultura del territorio come opportunità per lo sviluppo sostenibile". 

Tag