QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 12°14° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 08 dicembre 2016

Politica mercoledì 16 marzo 2016 ore 15:28

Contributo di sbarco, i sindaci votano l'aumento

Nel regolamento votato dai sindaci previsto l'aumento a 3,50, si valuta l'estensione a aeroporto e crociere. Decisivi i pareri della Corte dei Conti

PORTOFERRAIO — Due giorni fa parlavamo di "Pax elbana" nel descrivere il faticoso accordo trovato dai sindaci sul passaggio al contributo di sbarco. Ci corre l'obbligo oggi di fare una leggere rettifica: si deve parlare di "Pax Barbettiana".

Già, perchè in fondo all'estenuante telenovela su come, quanto e quando incassare il balzello turistico, arriva il colpo di coda di Capoliveri che porta a casa tutti i risultati inseguiti in questi mesi travolgendo in buona sostanza il fronte Portoferraio-Campo-Rio Marina ai quali, date le premesse, vanno le briciole di un accordo per il 2017.

In un gattopardesco "Tutto cambi perchè niente cambi", la sola rilevante novità rispetto ai mesi scorsi è la previsione di aumentare il contributo di sbarco a 3,50 euro già da quest'anno se dovesse arrivare il parere favorevole della Corte dei Conti, chiesto dal sindaco Barbetti all'atto della sospensione della riscossione.

Tutto il resto (diversa ripartizione e diverso metodo decisionale su tutto) viene rimandato al prossimo anno e per le tanto sbandierate opere comprensoriali non resta che un evanescente impegno, poco più che morale a questo punto, per i Comuni di provvedere con il 10% della quota che incasseranno. Della destinazione a opere di salvaguardia ambientale e sul ciclo dei rifiuti, come prevede la nuova norma, nemmeno l'ombra: tutto torna a confluire nella promozione turistica e nella Gestione Associata.

Vittoria netta su tutti i fronti per Capoliveri che mantiene il timone della GAT come comune capofila e, soprattutto, mantiene anche il compito di raccogliere i proventi per poi elargirli agli altri comuni, smentendo quanto annunciato solo 48 ore fa quando i primi cittadini assicravano che sarebbero state le compagnie di navigazione a versare direttamente pro quota quanto prelevato dai biglietti.

Il nuovo (!) regolamento, che ora sarà approvato in tutti i consigli comunali con la speranza che diventi esecutivo entro Pasqua, prevede che il 40% vada alla Gestione Associata mentre il 60% ai Comuni. Con il contributo di sbarco a 1,50 si parla di 600mila euro in promozione e 900mila ai Comuni che dovranno dividere l'ammontare in 9 quote di cui due a Portoferraio come compensazione per il traffico portuale.

Ma se la Corte dei Conti approverà l'aumento le cifre saliranno: sempre prendendo a riferimento i 950mila passaggi della scorsa stagione la Gestione Associata incasserebbe 3,3 milioni di euro di cui il 40% da destinare alla promozione.

Per il 2017, quando è dato per certo l'aumento a 3,50 euro pro capite per turista, invece l'idea è leggermente diversa: si prevede infatti una ripartizione con il 35% alla Gestione Associata del Turismo, 35% ai Comuni e il 30% per le opere comprensoriali che verranno gestite da Portoferraio come comune capofila di una diversa Gestione Associata creata per quello scopo.

Per il prossimo anno si valuta anche l'ampliamento della platea di soggetti paganti: dovrebbero essere ricompresi non solo i passeggeri sbarcanti dai traghetti ma anche quelli dall'aereo e dalle navi da crociera con l'abbassamento a 2,50 euro solo per i minorenni.

"Sono soddisfatto dell'accordo - ha commentato il sindaco di Portoferraio, Mario Ferrari - abbiamo trovato l'accordo per quest'anno e gettato le basi per il prossimo. Purtroppo non potevamo costruire una casa nuova senza aver prima gettato le fondamenta, per cui le opere comprensoriali slittano al prossimo anno quando destineremo a quello quasi un milione di euro, nel frattempo studieremo un piano di interventi strategici che sia condiviso da tutti i Comuni".

La votazione fra i sindaci è avvenuta con il metodo pro capite (un sindaco - un voto) e tale rimarrà per quest'anno rimandando, anche quello, al prossimo anno la discussione circa un diverso metodo di votazione all'interno della Gestione Associata.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag