QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 23°24° 
Domani 23°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 25 luglio 2016

Attualità giovedì 14 gennaio 2016 ore 10:46

Claudio Pinna coordinatore sindacale Cna

Pinna sostituirà Emanuela Minelli che va in pensione: "Stagione positiva ma non si può vivere di rendita, occorre investire ancora"

PORTOFERRAIO — Claudio Pinna, già responsabile dei servizi alle imprese per l’Isola d’Elba assumerà anche il ruolo di coordinatore sindacale. Ad ufficializzare la nomina è il presidente provinciale della Cna Diego Nocenti nel salutare e ringraziare Emanuela Minelli dal 2016 in pensione: “Per il suo impegno, la sua passione e per il lavoro di 34 anni di sostegno, accompagnamento e promozione dell’imprenditoria locale – continua Nocenti - Emanuela Minelli sarà premiata ufficialmente dalla CNA Provinciale di Livorno, nel corso della prossima riunione della Direzione provinciale”.

“Non farò bilanci – afferma Minelli in una lettera indirizzata a tutti gli imprenditori della zona associati alla Cna pubblicata nell’ultimo numero del periodico dell’associazione - spero di aver dato qualcosa, molto ho ricevuto: lasciare il mondo della nostra associazione dove come tanti di noi ho gioito e sofferto, non è semplice. Agli imprenditori della Val di Cornia e dell'Elba che ho incontrato in questo arco di tempo, ho una sola parola da dire: grazie. Si grazie, per avermi accolta nelle vostre aziende, per aver trovato tempo per me, per i sorrisi ed anche le lavate di capo che non sono mancate. Tutto mi è stato utile, tutti mi rimarrete nel cuore”.

Lunga carriera in Cna anche per Claudio Pinna che dal 1985 segue le imprese dell’Isola d’Elba dal punto di vista contabile e consulenziale. “La stagione turistica chiusasi sicuramente con un segno positivo per l’isola – afferma Pinna – non deve certo farci cullare sugli allori.

L’Elba ha certamente goduto della situazione internazionale di insicurezza sia nelle presenze di stranieri che di italiani, ma nessuno può illudersi di vivere di rendita. Ci sono problematiche strutturali ed amministrative che ancora rallentano e penalizzano l’economia elbana. Proprio su queste, insieme al gruppo dirigente inizieremo a lavorare da subito”.

Tag