QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 12°14° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 08 dicembre 2016

Attualità mercoledì 09 marzo 2016 ore 16:23

Offendere il vigile longonese costa 500 euro

La giunta comunale ha quantificato il risarcimento che spetta all'ente per le offese ricevute dai pubblici ufficiali nell'esercizio delle funzioni

PORTO AZZURRO — Da 250 a 500 euro. Ecco quanto costa a Porto Azzurro offendere un vigile. Per cui, se avete preso una multa per aver parcheggiato l'auto in divieto di sosta giusto i cinque minuti per comprare le sigarette, vi è scaduto il parcheggio da poco o tutti i casi in cui sul parabrezza appare il ferale foglio rosa, guardatevi bene dal dare in escandescenze a meno di avere pronta la somma da dare al Comune (oltre la multa s'intende).

Il costo di un "Vaffa" è stato quantificato dalla giunta comunale in una delibera che prende avvio dall'ipotesi di reato dell'oltraggio a pubblico ufficiale. L'articolo 341 bis del codice penale recita infatti: "Chiunque, in luogo pubblico o aperto al pubblico e in presenza di più persone, offende l’onore ed il prestigio di un pubblico ufficiale mentre compie un atto d’ufficio ed a causa o nell’esercizio delle sue funzioni è punito con la reclusione fino a tre anni. La pena è aumentata se l’offesa consiste nell’attribuzione di un fatto determinato. Se la verità del fatto è provata o se per esso l’ufficiale a cui il fatto è attribuito è condannato dopo l’attribuzione del fatto medesimo, l’autore dell’offesa non è punibile. Ove l’imputato, prima del giudizio, abbia riparato interamente il danno, mediante risarcimento di esso sia nei confronti della persona offesa sia nei confronti dell’ente di appartenenza della medesima, il reato è estinto".

E proprio il risarcimento dell'ente interessa al Comune che scrive: "Considerate le diverse fattispecie che vengono a essere perpetrate nei confronti degli agenti di polizia municipale risulta opportuno predeterminare in maniera forfettaria gli importi che si ritengono adeguati per il risarcimento del danno".

"Gli importi saranno in concreto determinati dalla Giunta a seguito della valutazione della gravità dell'offesa e di eventuale recidiva".

Insomma: longonesi attenti al linguaggio.

Tag