QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 17°28° 
Domani 20°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 25 agosto 2016

Attualità venerdì 22 gennaio 2016 ore 16:00

Porta a porta, lettera di una turista scontenta

Una lettrice invia una lettera firmata per raccontare la sua disavventura con il metodo di raccolta dei rifiuti adottato la scorsa estate

MARCIANA — "Buongiorno, ricevo la terza rata della Tari 2015 e inorridisco alla lettura della cifra che mi viene richiesta, quindi vorrei che ascoltaste alcune mie considerazioni in merito. Faccio presente che la mia "seconda casa" è di soli 52 mq. e si trova in aperta campagna.

La cifra totale richiestami per la TARI è di 339 euro, cifra che io considero un vero sproposito per le seguenti ragioni: la casa viene frequentata quasi esclusivamente nel solo mese di agosto e tre/quattro fine settimana nel corso dell'anno e la raccolta differenziata messa in atto da codesto Comune è assurda per una casa come la mia che si trova in aperta campagna. 

Avete deciso che i secchi vanno esposti la sera prima della raccolta ma vi siete mai chiesti cosa succede in una zona di campagna durante la notte?

Il mio secchio dell'umido mi è stato regolarmente rovesciato e aperto da gatti/cani/cinghiali ogni volta che l'ho esposto nel punto da voi eletto a punto di raccolta con conseguente sversamento del contenuto e mia perdita di tempo per ripulire l'area che sarebbe diventata rapidamente maleodorante vista l'alta temperatura estiva. Alla fine il secchio dell'umido è stato direttamente asportato, rotto e trascinato nei cespugli suppongo, dato il peso, da un cinghiale.

L'ho sostituito con un secchione nero condominiale da me comprato che però non è stato svuotato perché "non era di forma e colore giusti". Sono andata al "centro di distribuzione secchi" ed ho illustrato la situazione ad una gentilissima operatrice che ha avvisato gli "operatori ecologici" di raccoglierla ugualmente anche se il secchio non era a norma.

Avendo trovato il secchione di nuovo rovesciato ed aperto, con tutto il contenuto sparso (e quindi non raccolto), ho messo due pezzetti di scotch da pacchi a tenere il coperchio chiuso per evitare lo sversamento e, di nuovo, non è stato svuotato da chi di dovere perché, evidentemente, togliere due pezzetti di scotch non rientrava nelle loro incombenze.

Ho dovuto quindi caricare il secchio in macchina e portarlo a Campo all'Aia al centro di raccolta della domenica mattina. E questa è stata l'unica volta in cui l'umido ha preso la via del compost da voi tanto sbandierato, tutte le altre volte ha fornito nutrimento agli animali selvatici che si sono preoccupantemente moltiplicati nei dintorni di casa ma.

La stessa identica cosa è successa per l'indifferenziata mentre l'unica raccolta andata a buon fine è stata quella del vetro per ben 5 volte corrispondenti alle 5 settimane spese da me e dai miei figli sull'isola.

Di conseguenza, la vostra raccolta differenziata è stata da me pagata 339 euro diviso 5 prelievi andati a buon fine che vuol dire ben 67,8 euro a prelievo. E non dovrei considerare tutto ciò uno sproposito?

Maria Gabriella Zampini"

Tag