QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 24°27° 
Domani 24°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 24 agosto 2017

Politica giovedì 09 giugno 2016 ore 18:53

Comune di versante, primo passo in consiglio

Approda nel consiglio comunale il progetto di fusione amministrativa fra i comuni del versante occidentale, si parte con le due Marciana

MARCIANA — Dopo i fiumi di parole arriva il primo atto concreto riguardo la semplificazione amministrativa. Per la prima volta infatti appare nero su bianco la proposta di istituzione del comune unico di versante occidentale e lo fa all'interno dell'ordine del giorno del consiglio comunale di Marciana Marina.

Al punto 14 si legge infatti che nel consesso cittadino verrà discussa la "Proposta di istituzione del comune unico tra i comuni di Marciana Marina e Marciana". Una vera novità che fa seguito all'impegno che i tre sindaci avevano preso qualche mese fa in seguito all'incontro avvenuto con il consigliere regionale Gianni Anselmi.

Martedì mattina, alle 9:45 il consiglio comunale voterà la proposta di affidare alla giunta il compito di attivare l'Irpet (Istituto regionale programmazione economica della Toscana) affinchè programmi una serie di incontri sul territorio elbano, e nello specifico nei comuni interessati, per informare sul progetto di semplificazione istituzionale e raccogliere opinioni, proposte e commenti della popolazione.

Nel titolo del documento si parla solo di Marciana Marina e Marciana ma nell'atto che verrà portato in approvazione si lascerà aperta la possibilità a altri enti di contribuire al progetto, permettendo così a Campo nell'Elba di subentrare. Il sindaco Lambardi del resto fu uno dei principali sostenitori dell'accorpamento amministrativo occidentale.

Il compito di informare viene affidato a un ente regionale come l'Irpet che nelle sue finalità ha appunto "lo studio della struttura territoriale regionale e delle sue trasformazioni e dei relativi strumenti analitici, lo studio delle metodologie di programmazione, di valutazione e di verifica delle politiche e gli studi preparatori per gli atti della programmazione regionale e per il piano di indirizzo territoriale regionale in ordine ai problemi economici, territoriali e sociali".

Inoltre l'Irpet, nell'ambito delle stesse materie, può svolgere altre attività di studio, ricerca e consulenza su committenza di soggetti pubblici e privati e assumere iniziative di formazione specialistica nelle discipline oggetto dell'attività dell'Istituto.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag