QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 13°14° 
Domani 10°12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 16 dicembre 2017

Attualità mercoledì 06 dicembre 2017 ore 09:21

Comune di Rio, inzia la campagna elettorale

Rio Marina vista dall'alto

A dare il via alle proposte per il governo della nuova realtà nata dalla fusione di Rio Marina e di Rio nell'Elba è l'ex sindaco Paola Mancuso

RIO — "Un progetto di governo trasversale e capace di accogliere la sfida di un reale cambiamento". Con questo messaggio lanciato dall'ex sindaco di Rio Marina Paola Mancuso parte probabilmente la campagna elettorale per le elezioni amministrative che, nella prossima primavera, dovranno dare un governo al nuovo Comune di Rio, nato dalla fusione di Rio nell'Elba e di Rio Marina. Un contributo a una discussione che si apre, dunque, ma anche un tentativo di evitare posizionamenti politici opposti, nell'interesse di una comunità rafforata dalla propria unione.

"La scommessa del referendum - scrive Paola Mancuso -  ci consegna un messaggio chiaro che sarebbe un grave errore fraintendere, non dando seguito alla reale volontà dei cittadini. La vera scommessa infatti è quella di consentire che la futura squadra di governo del Comune di Rio segni davvero un cambio di passo sulla strada dello sviluppo economico ed infrastrutturale di questa parte dell’Elba, grazie alla possibilità di un confronto nuovo che consenta di guardare alle soluzioni senza distanze politiche e territoriali.
Per far questo sarà necessario coinvolgere tutte le anime del territorio, dal capoluogo alle frazioni, rappresentando adeguatamente tutte le realtà che lo compongono con le loro ambizioni e le loro ormai storiche problematiche affinché il senso di appartenenza sia garantito dalla effettiva partecipazione alle future strategie, senza fughe in avanti e senza protagonismi.
Questa necessità - insieme a quella di affrontare problemi affidati al contributo di tutti gli enti a vario titolo coinvolti nelle procedure di pianificazione ed adeguamento infrastrutturale - motiva una seria discussione sulla possibilità di un progetto “di trasformazione" che guardi al futuro consentendo la crescita personale e politica di giovani capaci e chiami in causa in questo percorso tutte le forze politiche, rispettando del resto il consenso trasversale che ha sostenuto la scelta dell'unificazione.
Questa forse l'unica ricetta per non cadere nella ripetizione di vecchi schemi e riuscire a guardare oltre, nel segno di quella voglia di cambiamento che ha consentito il superamento delle divisioni e che deve consentire altresì il superamento di un clima sociale che talvolta è divenuto così pesante da impedire obiettività e capacità di costruire.
C’è bisogno di un forte e generale senso di responsabilità -
conclude la nota di Paola Mancuso -  che nasce inevitabilmente dal passato ma che sappia guardare al futuro con occhi nuovi".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Attualità