QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 13°16° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 14 dicembre 2017

Attualità mercoledì 15 febbraio 2017 ore 16:53

La tassa potrebbe aumentare già dal 1° marzo

Il passaggio in Senato previsto per oggi potrebbe dare il via libera all'aumento della tassa di sbarco entro l'inizio del prossimo mese

CAPOLIVERI — L'aumento della Tassa di Sbarco potrebbe entrare in vigore già dall'inizio del prossimo mese. Il decreto Mille Proroghe in discussione nell'aula del Senato nel pomeriggio di oggi, ma che ha già incassato l'ok della Commissione Affari Istituzionali, è stato infatti presentato alla Camera lo scorso 30 dicembre e da essa approvato.

Stati i 60 giorni di tempo per la conversione in legge, quindi, gli emendamenti al decreto potrebbero acquisire validità con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale già dal prossimo mese.

In particolare è uno quello che potrebbe cambiare drasticamente le carte in tavola per la stagione turistica elbana: l'emendamento 45 all'articolo 13 del decreto legge, che ha come primo firmatario il senatore Ranucci (PD), propone di inserire al 4° comma la dicitura. "All'articolo 4, comma 3-bis, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, sono apportate le seguenti modificazioni: al primo periodo, dopo le parole: 'possono istituire' sono aggiunte le seguenti: 'a decorrere dall'anno 2017' e dopo le parole: 'di sbarco' sono aggiunte le seguenti: 'di natura patrimoniale'.

Tradotto: l'emendamento fa riferimento alla legge del 2011 che istituisce l'imposta di soggiorno e che è la stessa che regola, nei suoi caratteri principali, l'imposta di sbarco applicata all'Elba in alternativa. L'introduzione dell'emendamento consentirebbe, in parole povere, ai Comuni elbani di introdurre una tassa di sbarco aumentata come del resto già deliberato.

Il nuovo regime (2,50 euro per 8 mesi l'anno, 3,50 euro per i quattro mesi centrali della stagione) dovrebbe a quel punto essere nuovamente ratificato da un nuovo passaggio in ogni consiglio comunale elbano ma i tempi per l'applicazione in 15 giorni ci sono.

Il sindaco di Capoliveri, e capofila della Gestione Associata, Ruggero Barbetti, infatti commenta: "Con la nuova norma dobbiamo rifare gli atti ma il grosso del lavoro è già stato fatto trovando l'accordo sull'aumento, ora si tratterebbe solo di convocare i consigli comunali.

L'aumento della tassa di sbarco - continua Barbetti - viene incontro alle esigenze delle piccole isole e pareggia lo squilibrio che è determinato dal prelievo del Fondo di Solidarietà, un meccanismo che ogni anno ci leva risorse importanti a vantaggio dei comuni dell'entroterra toscano".

Il riferimento all'imposta di soggiorno nella legge del 2011 apre anche uno scenario nuovo: nell'emendamento di Ranucci infatti non viene posto alcun limite a 2,50 euro come riportato nelle prime comunicazioni della giornata ma lascia il limite massimo della legge a 5 euro e questo permette un margine di manovra ulteriore alle amministrazioni elbane.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità