QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 15° 
Domani 15°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 11 dicembre 2017

Attualità domenica 13 agosto 2017 ore 11:13

Tartarughine, il "grazie" di Sammuri

foto Stefano Muti

Il presidente del Parco : "Grazie a volontari, Regione, Forze dell'Ordine, ma anche a chi ha rinunciato ad ombrelloni e sdraio per preservare il nido"

CAMPO NELL'ELBA — E' come se , per un giorno, la bandiera napoleonica dell'Elba avesse tre tartarughine di mare al posto delle tre api. Sui social e per strada stamattina non si parla di altro, il tuffo in mare (e speriamo che se ne aggiungano altri, ndr) delle prime 48 figlie della tartaruga Federica ha riempito di orgoglio tutti gli elbani. E anche il presidente del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano Giampiero Sammuri, nonostante sia alla conclusione del suo mandato che scade il prossimo 28 agosto, vuole unirsi ai festeggiamenti, ma soprattutto ai ringraziamenti. 

"Chi l'avrebbe mai detto che due mesi fa avrebbe potuto essere documentata una cosa del genere all'Elba - ha esordito Sammuri - il buon esito di questa nidificazione, che è quella avvenuta più a nord finora nel Mediterraneo, ha anche un'altra faccia della medaglia, sta cioè a significare che questo è uno degli effetti del riscaldamento globale. Ma il fatto che le Caretta Caretta si stiano estendendo così tanto nei nostri mari è dovuto anche al gran lavoro dei Centri di Recupero e alla crescente sensibilità che c'è nei pescatori e nei comuni frequentatori del mare"

"Per l'Elba , poi - ha aggiunto Giampiero Sammuri - è la conferma che anche  la più antropizzata isola dell'Arcipelago Toscano è all'altezza delle più tutelate Montecristo e Pianosa a livello di qualità delle acque. Un'ulteriore perla, questa, che va ad aggiungersi allo straordinario patrimonio di biodiversità di quest'isola".

Il presidente del Parco, infine, ha concluso le sue considerazioni con i ringraziamenti. "Il Parco ha fatto il suo dovere, con la telecamera che ha comunque contribuito alla popolarità dell'evento, viste le migliaia di accessi al link che a un certo punto lo hanno addirittura messo in difficoltà. Ci tengo a ringraziare tutti quelli che hanno collaborato a tutelare la buona conclusione di quest'evento: dalla Regione Toscana con l'Osservatorio per la Biodiversità, a Legambiente, a tutti i volontari e ovviamente alle Forze dell'Ordine. Una parola in più però - ha concluso Giampiero Sammuri - la spenderei per sottolineare la grandissima disponibilità dei gestori del bagno che ha ospitato sulla sua concessione il nido della tartaruga, che hanno rinunciato in piena stagione estiva a ombrelloni e sdraio senza battere ciglio,  collaborando in prima persona. Grazie a tutti".

Fabio Cecchi
© Riproduzione riservata

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità