QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 21°23° 
Domani 22°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 30 giugno 2016

Politica lunedì 11 gennaio 2016 ore 09:40

Sgambetto della minoranza, stop al piano spiagge

I due consiglieri espulsi lasciano l'aula insieme alla minoranza, la maggioranza rischia di andare sotto e rinvia la discussione del regolamento

CAMPO NELL'ELBA — Momenti di forte tensione politica nel consiglio comunale di Campo nell'Elba che si è tenuto sabato sera: la minoranza assesta una decisa spallata alla giunta guidata dal sindaco Lorenzo Lambardi e blocca l'approvazione del regolamento balneare che viene rimandata al prossimo consiglio comunale.

E' una partita a scacchi che giocata su margini ridottissimi quella andata in scena in piazza Dante nel tardo pomeriggio di sabato: si discute del regolamento delle spiagge per la prossima stagione ma è una partita nella partita perchè questo è il primo banco di prova per la tenuta della maggioranza campese dopo l'allontanamento dei due consiglieri Sergio Spinetti e Roselba Danesi nei giorni scorsi.

Spinetti e Danesi, a norma di regolamento, non possono formare un gruppo autonomo e, per adesso, non sono entrati in minoranza ma ne hanno seguito le indicazioni allineandosi all'abbandono dell'aula e facendo saltare il banco. 

A i blocchi di partenza il gruppo di maggioranza è tutto presente (sei membri più il sindaco) mentre nei banchi della minoranza manca il consigliere Walter Martorella. Si arriva alla discussione di uno dei due punti principali all'ordine del giorno, quello sulle spiagge appunto, e l'assessore Mazzei, essendo stato titolare di un attività balneare, lascia l'aula per non generare conflitti d'interessi. Un'assenza che si rivelerà decisiva ai fini del computo del numero legale.

L'assessore Scotto Di Santolo illustrando il documento fa capire di aver recepito alcune indicazioni della minoranza: "Abbiamo ampliato l'orario delle attività di noleggio ora previsto dalle 8.30 alle 19, l'amministrazione comunale può concedere alcune porzioni di spiaggia demaniale per attività sportive e ludiche. Questo è frutto di una collaborazione con la minoranza e ne siamo contenti perchè i regolamenti vanno condivisi con tutti".

Sembra il preludio a una pacifica approvazione bipartisan ma il capogruppo di opposizione, Vanno Segnini, leggendo un documento molto critico verso la proposta della giunta, fa capire che quella è l'occasione per far pesare i numeri e annuncia l'uscita dall'aula del gruppo di minoranza. Quando anche l'ex consigliere di maggioranza Spinetti chiede la parola per criticare il regolamento spiagge si capisce che lui e Danesi avrebbero seguito l'esempio di Segnini e lasciato l'aula facendo così mancare il numero legale per proseguire il consiglio comunale.

Prima che ciò accada Lambardi chiede una sospensione di cinque minuti e al rientro in aula, potendo rientrare anche l'assessore Mazzei, propone il rinvio del punto alla prossima seduta del consiglio per cercare un nuovo accordo con la minoranza. Minoranza che non rientra per la discussione dell'ultimo punto all'ordine del giorno riguardante l'aeroporto che infatti passa senza problemi.

La prova di forza dell'opposizione, che adesso conta di fatto due nuovi membri, lascia un sindaco scuro in volto che infatti tiene a precisa, in chiusura di seduta: "Voglio ringraziare tutti i consiglieri di maggioranza che sono stati presenti fino all'ultimo momento nel consiglio comunale, oggi si è visto chi crede davvero nello sviluppo del territorio e chi invece preferisce fare giochi politici alimentando polemiche spicciole. Così si esercita la responsabilità di essere maggioranza di governo".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag