QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 14°16° 
Domani 19°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 20 settembre 2017

Politica sabato 13 maggio 2017 ore 18:11

Montauti: "Ecco il mio programma"

Il candidato di Uniti per Cambiare pubblica il programma elettorale: dall'arredo urbano alle frazioni, ecco i punti principali

CAMPO NELL'ELBA — "Sicuramente il nostro è un comune che ha fatto molti interventi e altri dovranno essere realizzati. Purtroppo il problema è la manutenzione di tutto l’immenso patrimonio che ereditiamo.

La cura del territorio sarà la mia prerogativa. La segnaletica dovrà essere sempre ben mantenuta, specie gli attraversamenti pedonali più utilizzati, il lungomare sarà sempre ben tenuto con particolare attenzione alle piantumazioni nelle aiuole, non voglio più vedere aiuole vuote per anni, la spiaggia sarà curata e non solo in estate, le fontane sempre funzionanti. E’ urgente la manutenzione di diversi tratti stradali come la oramai famosa la Pila – La Serra.

Una cosa che mi preme è che il depuratore della Bonalaccia sia collegato con lo scarico a mare, dopo tanti investimenti e anni di lavoro mancano solo 230 metri lungo il fosso di la Foce al raggiungimento di questo traguardo, pretendo che per la prossima stagione tale opera sia conclusa.

Per rimanere nella depurazione e fognature mi voglio battere per la realizzazione di sistemi di trattamento delle acque reflue delle frazioni di Cavoli, Seccheto e Fetovaia. 

Purtroppo non si deve pensare che in futuro chi ha un terreno ci potrà costruire chissà cosa, farci la casa dei sogni. Il nostro territorio è già stato abbastanza sfruttato ed in futuro sono impensabili nuove costruzioni se non ampliamenti delle case esistenti e interventi di demolizione con spostamento ed aumento di volume. 

Vorrei istituire un servizio telematico di inoltro delle pratiche edilizie eliminando il cartaceo e l’enorme lavoro di lavorazione e smistamento delle pratiche. 

Le Frazioni. Voglio iniziare da La Pila a cui ho un particolare legame, nonostante abbia duplicato la sua popolazione non ha visto migliorare la sua qualità urbana. 

Non c’è un parco giochi per bambini, va rifatto tutto il sistema di pubblica illuminazione nel centro storico, vanno finalmente potati i platani, la zona parcheggio va controllata con maggiore attenzione e curata.

San Piero, la cosa più importante, anche qui, sono le fognature. Il sistema fognario è del 1970 di tipo misto. Bisogna mettersi in testa che bisogna intervenire anche perchè quando piove il sistema fognario può collassare. Mi piacerebbe riqualificare la piazza della Fonte ed Intervenire urgentemente al cimitero.

La Foce, mi voglio attivare per la realizzazione di un collegamento con la pista ciclabile di viale degli Etruschi mediante una passerella in legno ciclopedonale ed istallare i lampioni mancanti nella zona del ponte.

Sant’Ilario, Vorrei riqualificare la piazza della Fonte, aumentare la pulizia e ottimizzare la circonvallazione stradale e la segnaletica nel parcheggio per una migliore razionalizzazione dei posti auto.

Cavoli, vanno aumentate, senza opere monumentali, le aree a parcheggio magari con piccoli sbancamenti lungo la provinciale.

A Seccheto riqualificherei la pubblica illuminazione e vorrei realizzare una piazza con un concorso di idee aperto e allo stesso tempo procedere alla riqualificazione del porticciolo, al momento non di proprietà comunale.

Fetovaia, riqualificazione della strada che porta alla spiaggia e del parcheggio.

Bonalaccia, vorrei realizzare il parcheggio da anni fermo in Comune.

Naturalmente non riuscirò a fare tutto ma ci dobbiamo provare, ci sono tanti finanziamenti europei se hai i progetti e le idee hai buone probabilità di realizzarli, l’Italia è famosa per non sfruttare questi fondi. 

Isola di Pianosa: ha un potenziale enorme mi piacerebbe vedere gli immobili ristrutturati, alcuni stanno per crollare, mi piacerebbe che alcuni fossero dati in concessione trentennale a condizione che vengano ristrutturati e curati. 

Naturalmente è un argomento complesso dove tanti enti sono coinvolti e risultano necessari lavori alla fognatura, all’acquedotto e già il Parco si sta attivando, ma il Comune di Campo deve avere un ruolo più importante sul suo futuro, un futuro che può essere una importante fonte di lavoro.

Pur non essendo un grande sportivo credo che non si possa avere come un rudere come campo sportivo, mi piacerebbe ristrutturare le tribune, asfaltare il parcheggio e magari fare un bel campo in erba sintetica, creare uno spazio utilizzabile anche per altri eventi di aggregazione. Il campo sportivo di San Piero mi sembra molto attivo e non sarebbe male dotarlo di spogliatoi dignitosi.

Mi piacerebbe, se le casse comunali lo permetteranno, ripristinare il contributo per l’asilo di Marina di Campo e mi impegnerei a ripristinare la fruizione in condizioni di massima sicurezza della scuola elementare di via Roma, con una attenzione maggiore degli spazi interni per meglio utilizzarli nel periodo estivo dove le aule vengono utilizzate per esposizioni. 

Sarebbe auspicabile un nuovo polo scolastico ma l’elevato rischio idraulico del nostro territorio renderebbe l’ubicazione dello stesso in zona collinare da individuare con il piano strutturale.

I marciapiedi di via per Portoferraio saranno oggetto di manutenzione straordinaria e finalmente avremo un ingresso dignitoso al centro di Marina di Campo, sul ponte del Bovalico sarà istallata una passerella in legno per i pedoni e l’incrocio del Borandasco sarà spostato ed allargato.

Il porto: non vi prometto di fare il porto, ve l’hanno già promesso in troppi, ma mi impegno a realizzare tutti gli interventi per la sua messa in sicurezza. Vorrei che i posti barca dei residenti fossero a pagamento, con prezzi ridotti per i residenti, anche fosse un euro al giorno. Gli introiti saranno spesi per la sua manutenzione, il suo miglioramento e la sua pulizia. 

Gli spazi dovranno essere meglio organizzati per renderlo il più possibile fruibile agli operatori che per motivi di lavoro hanno necessità di avere posti auto adeguati alle loro esigenze. Sarà assicurato un servizio di accoglienza per le imbarcazioni che vi approdano per brevi periodi".

Tag