QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°20° 
Domani 20°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 20 ottobre 2017

Attualità mercoledì 18 gennaio 2017 ore 16:30

Galenzana, parla il direttore dei lavori

L'architetto Emanuele Albarello spiega i lavori al centro della polemica: "La strada non è nel Parco, scritte molte falsità sui lavori"

CAMPO NELL'ELBA — Un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda Galenzana e a farlo è Emanuele Albarello, il direttore dei lavori incaricato dalla nuova proprietà dell'agriturismo e responsabile dell'esecuzione del progetto finito al centro delle critiche di Legambiente.

Ha taciuto finora Albarello ma ha letto tutto quello che in queste ultime settimane è apparso sulla stampa e ci tiene a precisare alcuni punti chiave della vicenda: "Deve essere chiaro che noi abbiamo sempre operato nel rispetto delle leggi, abbiamo fatto di tutto per rispettare le regole".

Contestati da sempre dalle associazioni ambientaliste, i lavori a Galenzana sono tornati alla ribalta coinvolgendo il Pnat. Anche su questo punto Albarello precisa: "Alcuni soggetti hanno dato una rappresentazione distorta: la strada di accesso non è nel Parco, l'intervento riguarda una viabilità storica già esistente e che raggiungeva un'ampiezza massima di due metri a causa della vegetazione. Noi ci siamo fermati ben prima del punto in cui il sentiero arriva al confine del Parco e dalle carte di vede chiaramente".

Il punto maggiormente contestato è la strada di accesso al cantiere che, secondo Legambiente, è diventata un'autostrada: "Quello era un sentiero usato per i cavalli e i carretti, noi l'abbiamo ripulito in ragione di una maggiore sicurezza. Questo è un punto centrale: se succede qualcosa alla struttura devono poter accedere i mezzi di emergenza e di soccorso senza dover passare dal centro storico di Marina di Campo. Pensi all'estate quando è necessario passare con un mezzo nella zona pedonale in mezzo ai tavoli delle attività".

L'architetto spiega anche le verifiche che sono state effettuate: "Sapevamo che avremmo avuto molti occhi puntati addosso e per questo abbiamo sempre agito con la massima attenzione. Dove il sentiero sfiora la zona Sic abbiamo inviato la Valutazione di Incidenza Ambientale alla Regione che l'ha approvata, così come abbiamo avuto diversi controlli: il Comune con i Vigili Urbani, il Parco stesso con la Guardia Forestale, ogni controllo ha dato esito positivo, abbiamo sempre agito dentro le regole".

Il progetto di riqualificazione dell'agriturismo prevede la ristrutturazione e l'ampliamento di cinque costruzioni già esistenti per la creazione di altrettanti bilocali: "L'agriturismo - continua Albarello - esiste dal '94 e la nuova proprietà ha deciso di investire per rinnovarlo e creare una struttura adeguata alla domanda di comfort che proviene oggi dal turismo, si tratta di minimi ampliamenti in strutture che già c'erano".

Altro argomento spesso usato è la paventata chiusura della spiaggia: "Falso, non abbiamo mai considerato una chiusura degli accessi alla spiaggia. In questo modo sarà solo regolamentato consentendo l'accesso dalla strada vicinale e non attraverso i sentieri che passano nella proprietà privata dell'agriturismo, anche per consentire agli ospiti una privacy adeguata".

La strada sarà dunque privata con l'accesso consentito agli ospiti dell'agriturismo e ai proprietari dei fondi confinanti: "Solo per quello che riguarda le auto mentre l'accesso pedonale sarà sempre libero e consentito. Lo dico anche per tranquillizzare i confinanti, non ci sarà nessuna invasione di auto".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Sport

Attualità

Attualità