QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 24°27° 
Domani 22°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 22 agosto 2017

Cultura sabato 11 luglio 2015 ore 16:08

A Marco Missiroli il premio Brignetti

Il giovane autore riminese vince il premio letterario Brignetti con il suo "Atti osceni in luogo privato". Questa sera al De Laugier la premiazione

PORTOFERRAIO — Va a Marco Missiroli il 43° premio Brignetti per la letteratura. E' infatti il 34enne riminese a essere stato scelto con il suo quinto romanzo "Atti osceni in luogo privato" (ed. Feltrinelli).

Un romanzo di formazione nel senso ampio del termine che lui stesso definisce "di deformazione". Incentrato sulla vita di Libero Marsell e sulla sua crescita attraverso i fuochi del sesso, della vita e della morte, Missiroli aggiunge il premio elbano alla sua già ricca bacheca. 

Già con il suo romanzo d'esordio nel 2005, Senza Coda, si aggiudica il Campiello Opere Prime, per poi continuare con Il buio addosso (premio Insula romana 2008), Bianco che vince la XXVIII edizione del Premio Comisso, il Premio Tondelli 2009 e il premio della critica Ninfa-Camarina 2010. Il senso dell'elefante vince il Premio Campiello Giuria dei Letterati 2012, il premio Vigevano - Lucio Mastronardi, il premio Bergamo. 

Missiroli ha un legame con l'Elba che spiega così: "Nel 2003 ero a Capoliveri mentre scrivevo le prime pagine del mio primo romanzo, quando ancora non sapevo cosa volevo farne e cosa voleva dire scrivere davvero".

"Quest'ultimo romanzo è venuto d'istinto, non avevo idea che lo avrei scritto e sono contento di aver vinto in questa isola che per me ha significato molto. Quando ho visto la terna dei finalisti - racconta - ho avuto un po' paura, sono contento di avercela fatta al fotofinish".

Una vittoria che Alberto Brandani, direttore del premio, commenta così: "Sono orgoglioso di poter dire che il nostro premio sceglie sempre bei libri, che stimolano la curiosità e la voglia di leggere. Questo è un libro che ha veramente appassionato i nostri lettori".

"Un libro che ha grande vitalità - commenta Marino Biondi - e grande tensione non solo per l'argomento erotico e il tema dello "svezzamento sessuale" del protagonista. Un tema da maneggiare con cura che l'autore usa con maestria".

Questa sera nella sala del centro De Laugier si terrà la premiazione ufficiale con la lettura integrale delle motivazioni.

Tag